CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

domenica 12 luglio 2009

diritto alla rete!

C'è chi vorrebbe zittire, omettere, nascondere, tagliare, censurare.
C'è chi, invece, desidera esprimersi, raccontare, gridare, far circolare idee.
C'è la più grande invenzione dei tempi recenti: uno strumento formidabile in grado di far circolare idee e di permettere che la comunicazione di tali pensieri valichi confini "fisici" altrimenti impossibili.
C'è chi ha combattuto ed è morto per rivendicare il diritto alla libera espressione dei propri pensieri...
Da che parte vogliamo schierarci noi?




Non permettiamo mai, mai a nessuno di dirci "questo non lo si può dire": la libertà, anzitutto, si trova dentro di noi... e quella no, no, nessuno può togliercela.
Non lasciamoci imbavagliare mai!
Aderite tutti allo sciopero dei blogger del 14 luglio.

12 commenti:

Andromaca ha detto...

Ma nel dettaglio in cosa consiste? E' la prima volta che ne sento parlare!

katiu ha detto...

Sto cercando anche io informazioni in giro per capire di cosa si tratta in definitiva.

Silvia ha detto...

Ragazze, nel link che ho indicato alla fine del post ci sono tutte le spiegazioni del caso. Ad ogni modo, l'iniziativa serve per contrastare o quantomeno per protestare contro le nuove norme tese a censurare qualsivoglia contenuto "scomodo" presente su blog, social network ecc. Norme che rientrano nel ddl Alfano e nelle nuove norme previste in merito alle intercettazioni.

Pupottina ha detto...

è giusto aderire.... ok il 14 non mi faccio vedere in rete ...

Pupottina ha detto...

^_________^

rispondo: riguardo al libro è pura sofferenza ... non sempre ciò che diventa un caso editoriale, merita attenzione... conosco chi dopo aver letto il libro a perseverato nell'anoressia nemmeno fosse una cosa che fa bene....
solitamente... le grandi case editrici spingono e promuovono libri che non sempre sono capolavori che davvero meritano di passare alla storia ed entrare nel panorama mondiale.... personalmente preferisco libri dove c'è il lieto fine, o almeno lo si rimanda al libro successivo... la vita è così triste e crudele e credere nel finale di un libro mi conforta un po'... almeno lì, come nei film, se torna a splendere il sole, mi sento meglio...

Silvia ha detto...

Pupottina: i soliti problemi col blog non mi fanno aprire il tuo... uffa...

Ti rispondo qui: concordo con te! Pure io ho bisogno del lieto fine nei libri/film proprio perché la vita reale è brutta... e almeno voglio che le storie inventate finiscano bene (specie le storie d'amore...).

Clelia ha detto...

Alfano non smette proprio mai di toccare il fondo... La libertà dei blogggher non si tocca... ma che diavolo è scritto pure nella Costituzione che c'è la libertà di pensiero ed espressione!!!

ps. aderirò allo scipero

Clelia

calendula ha detto...

io ho appena inviato la mia foto imbavagliata e domani niente internet

luly ha detto...

D'accordissimo.
Ciao Silvia!:)

Federica ha detto...

allora mi informo un po' meglio e credo che mercoeldì aderirò :)

pansy ha detto...

Sempre presente e combattiva la mia amica!! Bravaaaa! Bacioni!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Io ho aderito anche se alzando la voce come chiede il logo :-)))