CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

sabato 7 febbraio 2009

klaatu barada nikto!


"Se la nostra pressione sulla Terra continuerà a crescere ai ritmi attuali, intorno al 2035 potremmo avere bisogno di un altro pianeta per mantenere gli stessi stili di vita". E' l'allarme lanciato da James Leape, direttore del WWF internazionale. Questo è il duro monito contenuto nell'ultima edizione del Living Planet Report del WWF, la principale analisi dello stato di salute del pianeta.
La domanda di risorse naturali è di circa un terzo più di quanto il pianeta possa realmente sostenere. Un grosso "spicchio" di Terra sotto forma di acqua, suolo fertile, foreste, risorse ittiche, che l'umanità consuma freneticamente ma che non fa in tempo a rigenerarsi (sempre più aree del pianeta stanno andando verso uno stato di stress idrico permanente o stagionale). Nel 1961 eravamo ancora in "credito" col pianeta, ora siamo in "recessione". (fonte: Metro)
Sapete quei film di fantascienza in cui, ad un certo punto causa collasso della Terra, si deve andare alla conquista di altri pianeti del Sistema Solare per il bene del genere umano?? Ebbene, presto non lo vedremo più al cinema...
Se continuiamo con questo andazzo... dovremo farlo davvero: giacché siamo vicinissimi così a distruggere definitivamente la Terra; insomma, il clima impazzito, il fatto che "non ci sono più le mezze stagioni", le catastrofi naturali saranno niente... rispetto a quello che incombe sul futuro di pianeta. E sapete una cosa?? Sarà esilarante quando tutto questo avverrà (perché avverrà indubbiamente), poiché rimpiangeremo di non aver dato retta a chi gridava alla minaccia dei cambiamenti climatici (ed è stato deriso, preso per pazzo), rimpiangeremo di non aver investito in una politica di salvaguardia del pianeta come si deve, rimpiangeremo di non aver firmato il protocollo di Kyoto (e, meglio ancora, di averlo osteggiato con tutti i mezzi possibili...). Dunque, quando la Terra collasserà definitivamente... ahhh, quanto avremo da rimpiangere! E il bello è che SARA' TROPPO TARDI. Certo, è ipotizzabile, quindi, che per allora (ma non manca poi tantissimo) verranno organizzati quei famosi "viaggi spaziali come al cinema" per colonizzare Marte o Giove o chissà che altro; scommetto che ci lavoreranno - diciamo quelli della Nasa - con grande impegno per progettare al meglio il "trasloco intergalattico" di cui avremo bisogno. E sarà appagante notare che saranno proprio coloro che con più convinzione, in passato, hanno osteggiato il famigerato protocollo di Kyoto ad essere i primi e i più solleciti a partire alla volta della "conquista del Sistema Solare"! Come una nuova conquista del West... solo con più stelle e meno canyon...
Sto scherzando, tranquilli... ma non troppo. I dati sulla condizione attuale del pianeta sono sempre più sconfortanti e allarmanti e, nonostante ciò, continuiamo imperterriti a sovraccaricare questo pianeta già ridotto ora "con le pezze al culo", come diciamo a Roma. Forse dovremmo prendere, finalmente, in esame seriamente l'emergenza... perché di emergenza si tratta. Prenderla in esame prima che sia troppo tardi. O prima che un alieno con un grosso robot ci venga a dare il suo Ultimatum.

10 commenti:

Federica ha detto...

tutti noi potremmo fare qualcosa... se sei interessata a come poter modificare le tue abitudini senza stravolgerle e facendo qualcosa di buono per il pianeta...

marinella corregia, la rivoluzione dei dettagli.

ps. tanto x dirne una... bere l'acqua del rubinetto

Aglaia ha detto...

spero sempre che i comportamenti di ognuno di noi ne tengano conto ogni giono di più....sai mi piace sognare....

l'incarcerato ha detto...

E' vero, ha ragione Federica, dovremmo cambiare le nostre abitudini. Ma anche il governo dovrebbe fare qualcosa, perchè visto che non siamo capaci di farlo, io sarei per delle leggi che ce lo imponessero.

Un abbraccio!

fabio r. ha detto...

pochi giorni fa' ho visto il film E venne il giorno. beh, temo proprio che - magari in modi meno eclatanti di quelli mostrati nel film- il mondo c'è la fara' pagare.
e fara' bene.
ciao

katiu ha detto...

Bere l'acqua del rubinetto, chiudere l'acqua mentre ci si lava i denti o ci si insapona sotto la doccia, tenere il riscaldamento qualche grado più basso e stare col maglioncino in casa invece che in maglietta, se possibile usare i mezzi pubblici o la bicicletta, o i propri piedi, per spostarsi ..

Ce ne sarebbero di cose che ognuno di noi potrebbe fare .. certo è che finchè tutto girerà attorno al dio Euro .......

Rosa ha detto...

Molto dipende dalle nostre scelte.
BUONA VISIONE!

Baci
Rosa

Gatta bastarda ha detto...

ma gli umani come al solito se ne accorgeranno quando ormai sarà tardi!

Silvia ha detto...

Ragazze/i, avete tutti ragione: sarebbe così semplice migliorarci per aiutare il pianeta a riprendersi! Ma manca la REALE volontà per farlo...

:*-(

l'incarcerato ha detto...

Silvia, ripasso per dirti che ho pubblicato un post per sensibilizzare il sit in di mercoledì! ;)

l'incarcerato ha detto...

Grazie Silvia, sapevo di poter contare su di te! ;)