CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

giovedì 29 maggio 2008

cronaca di un mondo fallito

Beh, potrei parlare... anzi, piuttosto, scrivere di tante cose, sì. Ci sono tante notizie da segnalare, da scrutare, da commentare, da vivisezionare per trarne - forse - un ottimo motivo di riflessione.
Già.
Perchè davvero c'è da fermarsi a riflettere SERIAMENTE su cosa ci attornia, sul nostro mondo. C'è molto di cui occuparsi. Sapete, più scruto il mondo e più la constatazione dello sbando che lo contraddistingue si fa dolorosa, senza alcuna spiegazione... irrimediabilmente destinati a un futuro (quale futuro?) di degrado in cui tutti i ruoli sono rovesciati, in cui nessuno sta realmente dalla parte della ragione, nessuno può dirsi senza peccato, nessuno lo è. Notizie agghiaccianti che si rincorrono, si agguantano, si sfiorano e poi passano velocissime al sorpasso... ché la nuova aberrazione incombe, sempre dietro l'angolo. Dopotutto, non abbiamo tempo di stupirci di questo o quello, dal momento che velocissima giungerà un'altra brutta faccenda a distogliere la nostra attenzione. E il nostro bel mondo fallito continua imperterrito...
Lasciatemi commentare qualche notiziola, presa qua e là, dal momento che non avrei saputo sceglierne una da commentare piuttosto di un'altra. Consentitemi un post che ne racchiuda più di una.... capaci di impreziosire il bestiario quotidiano di questo bel mondo.

Ancora domiciliari per San Suu Kyi



La leader dell'opposizione birmana resta agli arresti domiciliari; lo hanno comunicato le autorità.
La leader della Lega nazionale per la democrazia (Lnd), che ha 62 anni, ha trascorso agli arresti più di 12 anni degli ultimi 18 anni. Inoltre, la giunta militare birmana ha intensificato le misure di sicurezza intorno alla sua abitazione di Rangoon.
Insomma, quando ci sarà finalmente pace per lei? Quando ci sarà finalmente pace per il popolo birmano? Quando ci sarà pace, quando?
E perchè continuiamo a recitare la parte degli spettatori imbambolati che tutto conoscono e nulla fanno? Siamo così, pubblico pagante di un orribile spettacolo di oppressione/violenza/abbattimento di libertà, con la brochure del programma - atto dopo atto - tra le mani, che di tanto in tanto ci fa da ventaglio... e allieta le nostre pause di tedio e sbadigli, ci distrae tale sventolio di carta accartocciata... per poi tornare irriducibili ad ossevare lo spettacolo che va in scena, irriducibilmente insensibili.
Cavolo, come si può continuare così? A fingere che questi problemi non esistano? A fingere che "A un palmo dal culo mio possono fare quello che vogliono"?? Quando il mondo smetterà la sua proverbiale indifferenza e agirà in nome/in favore della Giustizia?


Le forze di pace dell'Onu accusate di sfruttamento sessuale di minori





E questa è proprio gravissima. Le forze di pace dell'Onu e gli operatori umanitari avrebbero abusato sessualmente di minori. L'accusa è stata lanciata da Save the Children (nel rapporto "Nessuno a cui dirlo"), che ha esortato le agenzie internazionali ad adottare precise misure per fronteggiare il problema.
Gli abusi da parte dei membri delle forze di peacekeeping si consumerebbero ormai da diversi anni e sarebbero poco documentati perchè le vittime hanno paura di denunciare i propri aguzzini. Il rapporto documenta come tali abusi e violenze nei confronti dei minori continuino nei Paesi e nelle aree di emergenza. Gran parte dei minori hanno raccontato di temere ritorsioni da parte di ci ha abusato di loro. Questo vale a dire che per un caso di abusi che emerge... ce ne sono a centinaia di migliaia che rimagono nell'ombra, nascosti, dissimulati, insabbiati e taciuti.
Queste povere vittime sono principalmente: orfani, ragazzini separati dai genitori o che vivono in famiglie che dipendono totalmente dagli aiuti umanitari. Tali aberrazioni sono più frequenti - manco a dirlo - sulle bambine di età media attorno ai 14-15 anni, ma il documento parla anche di abusi a creature di di appena 6 anni.
.............................................................................................
Non ho parole. Come potrei averne??
I caschi blu. I nostri salvatori. La nostra speranza. Speranza. Ci hanno traditi, traditi tutti!
I caschi blu... divenuti carnefici e aguzzini... invece che garanti della libertà, diritto alla vita, speranza e dignità per chi evidentemente non ne ha... TERRIBILE VERGOGNA!!
TERRIBILE.
Oddio, la mia mente tenta di scacciare le immagini - mai viste ma facilmente ipotizzabili - di tali orrori perpetrati da chi dovrebbe difendere! Oddio, ma l'Onu non è stato istituito con lo scopo di riportare Ordine, Giustizia, Speranza? L'Onu... che sta facendo? Come è possibile che permetta questo senza muoversi? Non ne sa niente? Menzogna! Non è vero! NON E' VERO! Sa, evidentemente SA... ma preferisce tacere! Oddio!
Cosa fa l'Onu? Sta a cambià l'aria???
La corruzione (morale) ha fatto breccia nel vetro, già.
Ha fallito anche l'Onu, come tutti, come il mondo!
Queste notizie gettano benzina su un fuoco che già divampa inesorabile da tempo, quello che pare un dubbio che serpeggia si fa certezza, le notizie dello sfascio della nostra civiltà (civiltà?) sono ormai impossibili da ignorare...
Quale sia la direzione (geografica e non) cui ci volgiamo vediamo follia, Caos, violenze, abusi, umiliazioni, meschinità, crimini, distruzione, indifferenza, miseria... la miseria dell'uomo che dimostra a se stesso tutta la sua inconsistenza, tutta la sua indegnità! Ma non vediamo che razza di Apocalisse ci nutre? Apocalisse che noi ingoiamo come una minestrina insipida? Senza mai, dico senza mai, sputarla com disgusto! Il mondo, l'Italia... è tutto un interminabile bollettino di guerra... in cui le miserie umane sfilano ininterrottamente senza mai finire...
Bambine rifiutate dai genitori perchè femmine, padri che segregano figlie per oltre venti anni, donne uccise dai mariti e gettate nei laghi, bambini di nemmeno un anno e mezzo rapiti e uccisi perchè piangevano, raid punitivi contro stranieri, aggressioni fasciste nelle università, genocidi sotto gli occhi di tutti ma poco mediatici e quindi dimenticati, conflitti, diversamente, mediatici ma che comunque non cambiano la sostanza... poichè gente continua a schiattare nella totale indifferenza, repressioni nel sangue da parte di regimi totalitari che non permettono libertà di culto e possibilità di esistere a chi la pensa diversamente... Ohhh, queste sono tutte notizie di questi tempi, senza nome o particolari specificazioni ché non serve entrare nel merito: sappiamo tutti troppo bene di cosa parliamo.
Ma cosa accade là fuori? Ma questo Caos? Mi trovo totalmente impossibilitata a seguire, a star dietro a tutto questo... Quotidiano dispiegamento di forze per nuocere all'altro, quotidiano.
Mi ritrovo a constatare che il Buonsenso è perduto, che la fiducia in qualcosa che in apparenza dovrebbe essere buona... viene meno, perchè dietro al visino angelico si nasconde l'orco e... no, oh no, il mondo non è diviso in buoni e cattivi: bensì in CATTIVI E "MENO" CATTIVI...
Beh, non potendoci più fidare dell'Onu, della religione... degli stessi genitori che insozzano e offendono l'innocenza delle creature! Quanta ipocrisia - quanta! - mascherata da falso moralismo di bronzo. Quanto Male ci attornia, in qualunque angolo.
Vedo le aberrazioni del nostro secolo... e non posso che pensare questo, senza possibilità di assoluzione: IL GENERE UMANO E' INDEGNO DI ABITARE IL CREATO. ABBIAMO FALLITO! SIAMO ESSERI DEGENERATI E FALLITI.
IL MONDO HA FALLITO. QUELLO CHE ABBIAMO SEMINATO E' UN FALLIMENTO. TRASFORMIAMO IN MISERIA ANCHE IL FIORE PIU' PREZIOSO. QUESTO E' UN MONDO FALLITO. IN CUI NESSUNO PUO' DAVVERO FIDARSI DI QUALCOSA... PERCHE' OGNI COSA NASCONDE L'INSIDIA.
DI QUESTA INDEGNITA' CHI NE RENDERA' CONTO?
SOPRATTUTTO... A CHI NE RENDERA' CONTO?
Sapete, è amara la consapevolezza di aver fallito come genere umano in carica. Ma se non ci fermiamo a riflettere, se non abbassiamo i toni, se non ci educhiamo seriamente al Rispetto e alla dignità... credo che le cose si metteranno davvero, davvero, davvero male per il nostro destino di... genere umano in carica.
COME TIRARCI FUORI DA QUESTO BARATRO? (ahhh, perdonate il pessimismo...).

martedì 27 maggio 2008

nascondino



Il gioco di specchi confonde...
il riflesso è sfumato e spesso sfugge dispettoso ad occhio attento.
Eppure lui scruta il riflesso, in cerca della vera essenza...
Ma essenza cos'è?
Ohhh, un riflesso che inganna, un riflesso burlone...
Riflesso non di vera anima ma di controfigura.
Il gioco di specchi allieta le ore, occupa la fantasia
e mischia le carte: siamo controfigure di noi stessi
e ci smarriamo innocenti in questo recital di spiriti misteriosi.
Lui ama e teme il nascondino:
ama l'ombra ma anela la luce che svela ogni segreto.
Lui insegue quella verità che si offre e si ritrae
e ammonisce quando ciò gli viene negato.
Lui scruta il riflesso... si ricomincia a giocare a nascondino.
Ancora specchi che riflettono...
e stavolta siamo noi, siamo veri!
... Le controfigure sono cadute addormentate!
E lui pronuncia di nuovo le sue parole che la seducono
con infinito tormento e pace.
Le pronuncia mute, mute e poi attende... piano e con sacrificio.
Attende.
Lui le permette di nascondersi: l'anima celata è più spontanea!

domenica 25 maggio 2008

domenica primo giugno? si manifesta!






La campagna xenofoba di questi giorni è sotto gli occhi di tutti. Scene di intolleranza, di violenza, di diffamazione verso un popolo come non si vedevano da decenni (e che probabilmente da decenni NON di sarebbero dovuti più vedere... ma è risaputo che il genere umano, con il passare degli anni, invece di evolversi... regredisce, piuttosto... sennò non si potrebbe spiegare questo clima...). Ebbene, all'ordine del giorno c'è la caccia allo straniero, la caccia al diverso, la caccia al "nemico" che minaccia la nostra brava "civiltà" di italiani...

Purtroppo la Campagna di violenza e intolleranza è facilmente fomentata dai "piani alti" e noi da bravi idioti ci facciamo ipnotizzare da certi invasati che ci esortano, di fatto, ad imbracciare le armi contro chi minaccia la nostra pace di Paese evoluto... Già, perchè noi siamo beoti manipolati abilmente dai media, dalla televisione, dalle idiozie sputate da quattro invasati (che hanno preso 3 milioni di voti, ragazzi...), beoti incapaci di riflettere, valutare, pensare con il nostro cervello, oh no! Meglio credere a quanto ci viene detto! Meglio rifugiarci nel nostro nido sicuro rivestito di bambagia... al riparo dai "cattivi" che minacciano il nostro Paradiso... Meglio non pensare che anche noi perfetti italiani compiamo errori. Meglio affidarci alla mente malata di loschi figuri che ci incitano all'odio, meglio affidarci a questi qui... senza far domande, senza riflettere, senza aprire gli occhi... Insomma: continuaiamo pure a credere che il mondo sia diviso in BUONI SOLO BUONI (noi) e in CATTIVI SOLO CATTIVI (gli altri) e la domenica andiamo pure in Chiesa... laddove per i restanti sei giorni abbiamo fomentato l'odio razziale e le crociate di liberazione contro il nemico invasore... Dio si vergogna di noi, Dio si vergogna della nostra sciocca idiozia, Dio si duole per chi fomenta l'odio, si duole moltissimo...

Ecco, la brava Campagna di sospetto instaurata in questi ultimi tempi sta dando i frutti sperati: raid contro i campi nomadi, scene tipo "rastrellamento", episodi di intolleranza, come nelle migliori tradizioni! Il tutto sotto gli occhi del governo che naturalmente avalla (e fomenta) tale clima d'odio. Vorrei segnalare, per l'appunto, la spedizione punitiva perpetrata da quattro esagitati xenofobi nelle ultime ore a Roma - nel quartiere del Pigneto -, in cui un negozio gestito da indiani è stato preso d'assalto. Chi indaga ha tenuto a precisare che il raid non era di matrice politica... beh certo! Devi catturare uno con la croce uncinata tatuata sulla schiena per poter indentificare uno sotto al profilo "xenofobo-nazista-intollerante"... sennò non è mica di matrice politica!!! Ahhh, vabbè... allora nessuno di questi intolleranti è nazista... provengono dalla Caritas, allora? No, perchè sono estremamente sollevata dal sapere che questi fattacci NON sono di matrice politica... ma vorrei sapere di che matrice sono! Perchè, consentitemelo, se questi pazzi idioti non sono nazisti e fanno queste cose... i nazisti quelli VERI che diamine fanno???

Comunque, tutto questo lungo antefatto mi è servito per parlare di un'iniziativa molto importante segnalatami dal mio amico incarcerato:

Domenica primo giugno a Roma si terrà un corteo di protesta civile contro gli atti di razzismo verso Rom e Sinti in Italia; tale iniziativa è promossa da intellettuali Rom e italiani e con la partecipazione della gente comune che ha volontà di dissociarsi in maniera forte e convinta rispetto al clima di intolleranza instaurato dagli "squadristi" che detengono il Potere.

Riporto parte del post presente sul blog dell'incarcerato:

FERMIAMO UN GENOCIDIO CULTURALE
Dopo l'ultimo delitto crudele della mistificazione e della calcolata disinformazione non si può più restare in silenzio, occorre agire, questo silenzio è assordante e colpevole. C'è un'oscura connivenza tra una parte del giornalismo italiano, una parte delle forze dell'ordine, una parte della politica italiana per giustificare un'incivile repressione. Il 1° Giugno le Associazioni Rom e Sinte in Italia e le associazioni di volontariato, gli artisti, gli intellettuali e le persone di buon senso organizzano a Roma un corteo di protesta civile. Aderite e fate aderire prima che sia troppo tardi!! Occorre ribadire alcuni concetti che vengono mistificati. Tutti credono che Rom siano solo stranieri. Non è vero!, infatti l'80% dei Rom e Sinti che vivono in Italia sono cittadini italiani. Tutti credono che i Rom sono nomadi. Non è vero!, Infatti la maggior parte di quelli presenti sul territorio italiano sono sedentari. Tutti credono che il campo nomadi è la soluzione ideale. Non è vero!, Infatti i rom arrivati in Italia nei loro paesi di origine avevano le case, il campo non è un tratto culturale della popolazione romanì, ma un'imposizione dovuta alla non conoscenza. Tutti credono che zingaro sia il nome di questo popolo. Non è vero!, infatti il termine corretto è Rom o Sinto. Occorre far rispettare le convenzioni internazionali nei confronti dei Rom, il 70% degli italiani sono razzisti nei confronti dei Rom, la carta dei diritti dell'uomo in Italia per i Rom non vale. Non abbiamo nulla se non il nostro coraggio!!

Vi segnalo il link dell'Associazione Them Romano con il comunicato dell'iniziativa, da leggere e da diffondere: http://www.associazionethemromano.it/newsletter.htm.


A questo punto, direttamente dal sito delle Pari opportunità, vi segnalo questo link che cerca di avvicinare, capire e promuovere una campagna contro il pregiudizio nei confronti dei Rom:


Grazie! ;-)

mercoledì 21 maggio 2008

contro qualsiasi violenza sulle donne, un impegno serio! fatelo girare!!!


Ho trovato questo post sul blog della mia amica Aglaia. Contiene una serie di indicazioni su come è meglio comportarsi in caso di aggressione per evitare qualsivoglia tipo di violenza da parte di uomini per strada. Se potete, fatelo girare tra tutte le conoscenze femminili che avete... ché è estremamente importante. Ne va dell'incolumità, se non della vita, di centinaia di migliaia di donne... vergognosamente bersagli mobili assai facili per chicchessia, laddove la violenza maschile e l'indifferenza non trovano mai un termine. Grazie!
VIOLENZA Un gruppo di violentatori in prigione è stato intervistato per sapere ciò che cercano in una potenziale vittima. Ecco qui alcuni elementi interessanti:
1) La prima cosa che i violentatori notano in una potenziale vittima è la pettinatura. E' più probabile che attacchino una donna con una pettinatura tipo coda di cavallo, treccie o qualunque altra pettinatura che si possa strattonare facilmente. E' probabile anche che attacchino donne con i capelli lunghi. Donne con i capelli corti non sono vittime usuali.
2) La seconda cosa che essi notano è l'abbigliamento. Osservano le donne che vestono abiti che si possano togliere o eliminare rapidamente. E' solito anche che attacchino donne che parlano al telefono o che stanno facendo altre cose mentre camminano: questo indica che sono disattente e disarmate e possono essere facilmente attaccate.
3) Le ore del giorno in cui i violentatori attaccano maggiormente le donne è a prima mattina, tra le 5:00 e le 8:30, e dopo le 22:30
4) Questi uomini attaccano in modi e in luoghi in cui possano portare la donna rapidamente in altri luoghi, dove non si debbano preoccupare di essere visti o arrestati. Se Lei tenta qualunque reazione alla lotta, i violentatori solitamente desistono approssimativamente in due minuti: credono che non ne valga la pena, che è una perdita di tempo.
5) Hanno dichiarato che non attaccano donne che portino con loro ombrelli o altri oggetti che possano essere usati come arma a una certa distanza (le chiavi non li intimidiscono perchè per essere usate come armi, la vittima deve far avvicinare molto l'aggressore).
6) Donna, se qualcuno ti seguisse in una strada, vicolo o garage, o se stessi con qualcuno con fare sospetto in un ascensore o in una scala, guardalo direttamente in faccia e chiedigli qualcosa, tipo 'Che ore sono?' Se fosse un violentatore, avrà paura di essere successivamente identificato e perderá l'interesse di averla come vittima. L'idea è convincerlo che non vale la pena scegliere te.
7) Se qualcuno si presenta improvvisamente e ti afferra, grida! La maggior parte dei violentatori ha detto che lascerebbe andare una donna che grida o che non avesse paura di lottare con lui. Ripeto: Essi cercano la VITTIMA FACILE. Se gridi, potrai mantenerlo a distanza ed è probabile che scappi.
8) Stai sempre attenta a quello che succede dietro di te. Nel caso in cui percepisci qualsiasi comportamento strano, non lo ignorare. Segui il tuo istinto. E' meglio scoprire che ti sei sbagliata e prenderti solo paura al momento, ma hai la certezza che sarebbe stato molto peggio se il soggetto ti avesse attaccato realmente.
9) In qualunque situazione di pericolo, nel caso in cui tu debba gridare, grida sempre 'AL FUOCO! AL FUOCO!' e molte persone arriveranno (curiosi). Nel caso in cui gridassi AIUTO!, la maggior parte delle persone si asterrebbero per paura.
10) Fammi una gentilezza: invia questa e-mail a tutte le donne che conosci e anche agli uomini; questi possono mandarlo ad amiche, mogli, figlie, fidanzate, alla fine... sono cose semplici, ma possono evitare un trauma o persino salvare una vita.

venerdì 16 maggio 2008

meme della solidarietà: un sorriso lungo un anno

Mi è stato assegnato questo meme dalla mia amica Aglaia e con estremo piacere lo compio, dal momento che si tratta di una causa nobile.
Il Neuroblastoma è una malattia che colpisce soprattutto le creature... laddove nessuna creatura dovrebbe mai soffrire. Per fare questo meme bisogna segnalare 6 cose che ci fanno sorridere e mandare una mail a alex@comicomix.com indicando il nome del blog e il link del post. Per ogni post segnalato saranno donati 2 euro alla lotta contro il neuroblastoma.




COSE CHE MI FANNO SORRIDERE....
1) Tutte quelle cose buffe che fanno i bambini piccolissimi quando esplorano, imparano, s'incuriosiscono di un oggetto! Avete presente, quando capita loro a tiro un oggetto sconosciuto e cercano di venirne a capo in tutti i modi?? Beh, adorabili!!! E fanno delle smorfiette e dei versetti di approvazione o disappunto veramente imperdibili... ;-)
2) Il sorriso improvviso che compare sul volto di una persona! Un sorriso rubato, un sorriso nascosto, un sorriso (forse troppo a lungo) trattenuto... che alla fine esplode in una immensa, liberatoria, genuina risata che tutto investe e nulla risparmia... ;-)
3) I cuccioli, di qualsiasi specie animale, che giocano birichini, si azzuffano, si mordicchiano, s'inseguono, rotolano su se stessi... e sono il volto gentile, prezioso della Natura che dovremmo preservare... ;-)
4) Mi fanno sorridere quelle persone che raccontano aneddotti con passione, con fare melodrammatico e doti istrioniche... perchè ti coinvolgono nelle loro vicende e ti fanno vivere in prima persona le loro storie. Mi fa sorridere quella certa spontaneità che ci mettono nel raccontare... ;-)
5) Mi fa sorridere... qualsiasi cosa sia motivo di gioia per me... tipo... mangiare il gelato alla fragola/amarena, scoprire con immenso stupore l'arrivo della bella stagione, vedere un evento sportivo che mi appassiona (e veder vincere i miei idoli), scoprire di avere feeling con una persona, comprarmi un paio di jeans taglia 40 (ahhhh, questo è FANTASTICO!!!), scrivere una frase che poi trovo bellissima, finire un libro e pensare già di cominciarne uno nuovo... ;-)
6) Mi fanno sorridere i film di Charlie Chaplin... sono adorabili, ho una grande passione per Charlot... ;-)
E POI MI PIACE SORRIDERE IN GENERALE....
Come sempre, non giro il meme a qualcuno in particolare: chiunque tra i miei amici/colleghi bloggers voglia cimentarsi (pensando che è per un fine nobile) può farlo e deve farlo!!!! E' per aiutare dei bambini a poter sorridere... Grazie!!! ;-)

giovedì 8 maggio 2008

questo non è un parlamento per donne

Bene, ragazzuoli, ieri sera è stata diramata la lista dei ministri. Nonostante - come del resto ho detto nel post precedente - io non mi occupi di politica in favore di questioni di gran lunga più nobili, nondimeno non posso esimermi dal fare qualche considerazione su tali nomine! Anzitutto, qui sotto c'è una veloce carrellata di alcuni dei nostri neoministri...
Ammazza, quanto sono brutti!! Per carità, coprite gli occhi delle creature che rischiano di traumatizzarsi, come minimo!!! Il volto che vedete qui sotto - ho dovuto prelevare una foto singola perchè nell'immagine "in gruppo" qui sopra non c'è - è della ministra dell'Istruzione-Università-Ricerca Maria Stella Gelmini.



Stenderei un velo pietoso sui quattro ministeri leghisti che, ahimè, c'era da immaginarselo.... anche se Maroni ministro dell'Interno è un vero affronto perchè uno della Lega NON rappresenta me o l'ITALIA TUTTA ma rappresenta SOLO la Padania, perciò una nomina del genere è ridicola, a dir poco...
Ad ogni modo, non sto qui a commentare ministero per ministero... che personalmente m'interessano non i ministri... ma le ministre, naturalmente!!! Già, perchè dopo le dichiarazioni di Berlusconi sul governo di Zapatero "troppo rosa" aspettavo al varco queste (misere) quattro ministre che aveva promesso. E quattro sono state, due con portafoglio e due senza portafoglio...
Ambiente: Stefania Prestigiacomo
Istruzione-Università-Ricerca: Maria Stella Gelmini
Pari opportunità: Mara Carfagna
Politiche giovanili: Giorgia Meloni
Beh, sapete, qui io non perdo occasione per sottolineare il bisogno primario di dare finalmente lo spazio dovuto - sia in politica che in altri ambiti - alle donne e queste nomine, misere nomine, non possono rendermi soddisfatta, affatto! Insomma, che non eravamo la Spagna lo sapevo da me, ma diamine! quando, dico io, ci sarà parità di trattamento?? Quando smetteranno di blaterare di quote rosa e inizieranno a valutare le donne per le loro capacità e quindi ad impiegarle di conseguenza... e non a doverne inserire qualcuna di qua e di là solo per questione di comodo/obbligo?? Quando?? Ebbene, queste ministre sia per il numero sia per la loro natura non è che mi soddisfino poi così tanto. Prima di tutto, come immaginavo, solo due col dicastero (Prestigiacomo e Gelmini)... anche se, di come tira l'aria in Italia, dovrei ritenermi persino fortunata ad avere queste qui, sì lo so... ma perdiana, mi rimane sempre quella spiacevole sensazione di discriminazione sessista/maschilista di cui i nostri beneamati politici sono la naturale espressione! Vorrei dire, Berlusconi dice che le soubrette non le metterebbe nelle liste perchè preferirebbe far con loro altre cose...
E Mara Carfagna ministra?? Non era forse una soubrette?? Mah! Diciamo che la Carfagna non è esattamente nelle mie grazie e con tante donne sicuramente più meritevoli... penso che si sarebbe potuta operare una scelta diversa; così come la Prestigiacomo non è un'altra delle donne in politica che godono della mia stima, ma tant'è! Le altre due ministre le conosco pochissimo, la Meloni e la Gelmini, perciò di primo acchito mi è impossibile dare un giudizio, ma sono comunque due volti nuovi, giovani e penso che bisogna dar loro possibilità di lavorare.
Devo dire che avrei preferito una ministra alla Sanità: la Turco ha fatto molto bene in questi due anni e credo che di sanità dovrebbe occuparsene proprio una donna (tanto più che i nostri diritti sono sempre più messi a repentaglio...).
Comunque, o simpatiche o antipatiche sono donne e questo è ciò che m'interessa! Preferisco pseudo-ministre soubrettine... che xenofobi/nazisti/invasati con i fucili sempre carici... senza alcun dubbio!!!
Però, a parte le sopracitate soubrettine, nel nostro Parlamento c'è il vuoto quanto a presenza femminile! Sì. Non facciamoci ingannare dall'apparenza: questa che sembra un'apertura alle donne è solo una moda, solo un tentativo di depistaggio... Credendo, evidentemente, di poterci incantare. Ma non è così! Analizziamo pure qualche dato, tanto per gradire.
Le Istituzioni sono più che mai appannaggio degli uomini. Secondo le previsioni, le donne dovevano essere 188... invece sono qualcuna in più delle 164 presenti nella legislatura appena terminata.
Siamo al cinquantesimo posto nel mondo.
Il PD e l'Italia dei Valori ne hanno eletta una ogni tre uomini. Il PdL una ogni quattro. Mpa, partito del sud, ha eletto solo 8 uomini. L'Italia dei Valori solo 3 donne e 26 uomini. Nel partito di Casini sono giunte a Montecitorio 2 donne su 36 eletti. Questo riguarda la Camera de deputati.
Al Senato, su 133 senatori di centro-sinistra solo 38 donne (quasi tutte del PD), perchè da Di Pietro ne sono state elette solo 2; nel centro-destra oltre il 90% degli eletti è maschio: le donne sono un misero 9%.
Dati agghiaccianti, già. Ancora una volta siamo state prese in giro, ancora una volta le nostre speranze sono state disattese! Ancora una volta i vari partiti hanno dato precedenza agli uomini... lasciando qualche briciola alle signore! Tutto ciò dovrebbe essere motivo di riflessione, ma chi vuole iniziare a riflettere? Nessuno!
E ci sarebbe, sì, da riflettere... considerando che persino il Parlamento afghano registra una maggiore presenza femminile!
Per farla breve: QUESTO NON E' UN PARLAMENTO PER DONNE!
Ed è dura, credetemi, accettare questa spiacevole realtà... specialmente dopo quanto accaduto in Spagna; ahhhh, quando ho letto delle 9 ministre contro 8 uomini mi sono illuminata d'immenso... ma qui da noi questa è pura utopia...
Ecco le nove ministre donne dell'attuale governo spagnolo:
Prima Vicepremier: Maria Teresa de la Vega
Ministra Infrastrutture: Magdalena Alvarez
Ministra Difesa: Carmen Chacon
Ministra Educazione e Sport: Mercedes Cabreara
Ministra per l'Uguaglianza: Bibiana Ado
Ministra Agricoltura e Ambiente: Elena Espinosa
Ministra Pubblica Amministrazione: Elena Salgado
Ministra Casa: Beatrix Corredor
Ministra Innovazione e Scienza: Cristina Garmendia
Quando ho letto che la ministra della Difesa oltre ad essere una lei... era pure incinta di sette mesi... mi sono messa a piangere! Ho gridato al miracolo!! Ho detto "Qualcuno infine si è evoluto! Che sia vicina l'ora in cui quegli orridi, idioti pregiudizi sessisti vengano abbattuti definitivamente?!", poichè nominare una quasi mamma a ministra (oltretutto della Difesa, notoriamente "territorio maschile") è il materializzarsi del mondo che vorrei! Un mondo dove le donne in dolce attesa non vengono licenziate su due piedi dal posto di lavoro... ma vengono aiutate a generare la prole e a sentirsi realizzate nel mondo del lavoro. Certo, la scelta di Zapatero è stato indubbiamente un gesto spettacolare, non soltanto per il numero di ministre, 9 su 17 dicasteri, e per aver istituito il ministero dell'Uguaglianza. Ma soprattutto per aver messo una donna, Carmen Chacón, alla Difesa. Il fatto che fosse incinta è stato un colpo di fortuna, non il motivo per cui è stata prescelta, ma come non è stato il motivo che ha condotto a tale scelta... non è stato nemmeno l'ostacolo/impedimento a tale decisione... che in altri Paesi - anche e soprattutto avanzati - sarebbe potuto essere, invece!
Ho letto che i militari spagnoli hanno percepito questa novità come una sorta di provocazione più che come un colpo di fortuna; ma le critiche sono venute da un'associazione minoritaria: i due gruppi principali, quello conservatore e quello progressista, non lo hanno percepito come una provocazione.
Qui sotto c'è la foto della mammina ministra della Difesa



In barba alle critiche, io se fossi spagnola mi sentirei fiera di vivere in una nazione finalmente disposta ad intraprendere seriamente la strada che porterà all'integrazione e all'abbattimento di stereotipi medioevali.
A questo punto, visto che ci sono, riporto qualche altro dato sulla presenza femminile nei vari Parlamenti UE:
Svezia 47.0%
Finlandia 41.5%
Olanda 39.3%
Danimarca 38.0%
Spagna 36.6%
Belgio 35.3%
Austria 32.8%
Germania 31.6%
Portogallo 28.3%
Lussemburgo 23.3%
Lituania 22.7%
Bulgaria 21.7%
Estonia 20.8%
Polonia 20.2%
Lettonia 20.0%
Inghilterra 19.5%
Francia 18.2%
Italia 17.3%
Irlanda 13.3%
Malta 9.2%

In tal proposito, un altro mirabile esempio è quello finlandese: il premier di centro destra, Matti Vanhanen, l'anno scorso, formò il suo consiglio dei ministri con dodici donne e otto uomini. Il primo in Europa a maggioranza muliebre. Un altro esempio di realizzazione dei miei sogni...
Ahhhh, VOGLIO ANDARE A VIVERE ALTROVE...
A questo punto, facendo un confronto tra il nostro governo e quello spagnolo, mi verrebbe da gridare una cosa....



VIVA ZAPATERO!!!!!



Ma ahimè, devo svegliarmi dal sogno e tornare alla triste realtà di un' Italia assolutamente non un Paese per donne...
Leggendo questi dati di discriminazioni diramati da Save the Children:
Le donne italiane percepiscono uno stipendio pari al 47% rispetto a quello dell'uomo, mentre le svedesi (detentrici del primato) hanno un salario appena inferiore (pari all'81%). Una donna italiana prende in maternità l'80% del suo stipendio ordinario, laddove la svedese percepisce lo stipendio pieno. La percentuale di partecipazione alla vita politica è paragonabile a quella di Bolivia, Gabon e Nepal: non supera il 17%.
Ebbene, siamo un Paese arretrato, bigotto, arroccato in maniera irriducibile a un sistema medioevale e barbaro!! In cui TUTTI hanno interesse che NULLA cambi!!
Gli altri Paesi piano, piano si evolvono... mentre da noi ci sono sempre e solo le stesse facce di bronzo! In Italia le discriminazioni sono ancora incredibili, dovute a fattori culturali difficili da annientare: dovuti all'influeza della Chiesa e a una diffusa mentalità gretta e nientaffatto progressista! La legislazione ci rema contro, laddove una donna che vuole mettere al mondo un figlio deve rinunciare alla sua professione o limitarla in maniera lampante!
Intanto in Spagna le future mammine diventano ministre della Difesa...
E qui si parla di quote rosa, sì... quote rosa, no....




VOGLIO ANDARE A VIVERE IN SPAGNA!!!!!!!!!!!!!!!!