CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

martedì 9 dicembre 2008

"questa è la mia opera prima"... per circa 2 milioni 757 mila volte!!!

Poi capirete…
Questo è l’immancabile reportage della due giorni di Fiera della piccola/media editoria: ovvero il delirio all’ennesima potenza!!! Eh, sì, perché stavolta ho davvero creato il panico (e mia cognata è stata mia perfetta complice, ve lo assicuro…), stavolta ho fatto strage e seminato il terrore nel Palazzo dei Congressi, provare per credere!!!
Dunque, domenica 7 è stato tutto relativamente tranquillo, con l’appuntamento alle ore 12 alla Sala Ametista dell’affollatissimo Minimal Forum, ossia con moltissimi autori della collana Minimal presenti in sala! Un’ ora all’insegna del riepilogo e del bilancio del primo (trionfale) anno della neonata collana, minimal appunto, della Ibiskos un tripudio di colori, ventata di originalità e inventiva che ne ha decretato il successo! Finito il Forum appuntamento allo stand della casa editrice… per brindisi con panettone e champagne (anche se mi sembrava un po’ troppo “rosso” per essere spumante… Ok, forse la visione di Twilight mi ha un tantinello influenzata…).
Ma il bello, ragazzi miei, doveva ancora venire!





Lunedì 8, come preannunciato, avevo dalle 15 alle 16 uno spazio tutto per me allo stand della Ibiskos per incontrare i lettori. E ho incontrato i lettori, ve lo posso assicurare!!!! La cosiddetta “Ora d’aria”, chiamata così proprio per la scena da protagonista che ciascun autore poteva monopolizzare nello stand per 60 minuti a suo uso e consumo, per sponsorizzare il proprio libro e farsi conoscere, scambiare due parole con qualsivoglia curioso e presentare la sua storia.
Insomma, proprio come gli autori famosi e celebrati che intervengono negli spazi dei propri editori e incontrano i lettori per firmare copie dei loro libri! Uhhhh, posso ben dire di averlo fatto anch’io, ragazzi!!! Ho incontrato i lettori… ci ho parlato… e ho firmato dediche e autografi…
Sono arrivata in Fiera verso le 14,30 e allo stand c’era una ragazza che già conoscevo, avendola incontrata precedentemente ad una presentazione, che stava portando a compimento la sua ora d’aria. Poco dopo le tre mi ha ceduto lo spazio e volenterosamente ho iniziato a stipare sul banco i miei libri, aiutata da mia cognata che si è poi rivelata una “spalla” preziosissima!!! Da notare che, oltre ai miei libri ordinati in fila, avevo aggiunto accanto ad essi tre cartoncini preparati in mattinata con su scritto dei “messaggi subliminali” che meglio spiegavano il senso del mio libro e della sua autrice; i tre cartoncini recitavano queste frasi: “FUTURO PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA!!!”, i primi due – con l’evidenziatore fucsia e azzurro -, mentre sull’altro c’era scritto “TUTTA LA VERITA’ SULLA FAMIGLIA IMPERIALE DEL CILE!!!”, in verde; di sicuro effetto, non trovate????!!!! Beh, ha sortito l’effetto sperato, dal momento che tutti si avvicinavano incuriositi e ridevano per le scritte e per il mio futuro Nobel! Infatti, quando mi presentavo dicendo che ero io l’autrice del libro… mi dicevano stupiti e divertiti “Ah, quindi sei tu il Nobel per la letteratura?!” e io prontamente rispondevo che ero io in persona e che fra una cinquantina d’anni l’avrei vinto di sicuro e sarei andata a ritirarlo in quel di Stoccolma! (a tale chiarimento, qualcuno mi ha risposto: “Magari lo vinci prima che passano 50 anni!!!”, ahhh, beh, sììììì… io ho detto cinquanta giusto per arrotondare in eccesso!!! È scontato che verrò insignita prima dall’Accademia di Svezia…).





E così, tra mia cognata ed io, appena intercettavamo qualcuno che distrattamente gettava l’occhio sullo stand e sul mio libro… come avvoltoi lo “adescavamo” subito per cogliere la sua attenzione! (roba che alla fine avevano avuto l’incubo di noi due!!). Mia cognata che partiva a raffica: “Avvicinatevi, potete sfogliare e fare qualche domanda all’autrice, che è lei!” facendo cenno verso di me; mentre io richiamavo l’attenzione di qualche altro che puntava lo sguardo sul mio romanzo, dicendo “Questa è la mia opera prima!”. La cosa tenera è che le persone che sentivano che io ero l’autrice alla mia opera prima, facevano tutti un sorrisino stupito-sconvolto-scioccato accompagnato da un “Ah!” quasi godurioso. Lo hanno fatto TUTTI! Giovani e meno giovani! Una cosa incredibile, devo aver scoperto l’espressione tipica dello stupore del popolo dei lettori dinanzi “l’autore”,una sorta di idioma e di atteggiamento che li accomuna tutti!!!






Così, tra mia cognata ed io, abbiamo creato il PANICO! Peggio delle Sirene che tentavano Ulisse!!!! Qualsiasi passante che transitava troppo pericolosamente vicino allo stand… era perduto!!!! Neanche Circe o Calipso… avevano le medesime doti di infondere oscuri convincimenti negli altri!!!! Devo dire che due/tre persone al nostro richiamo ci hanno guardate strano, per la serie “Ma queste qui cosa vogliono??!!”, ma nel 99% dei casi hanno seguito il nostro richiamo con partecipazione e interesse! I miei coetanei che si complimentavano che alla mia età avessi già pubblicato, i signori un po’ in là con gli anni che m’incoraggiavano a continuare e che mi davano sostegno proprio per la mia giovane età “I giovani vanno aiutati”, dicevano. Chi mi chiedeva se l’avevo scritto e stampato (perché vedendomi imperversare allo stand… pensavano che fossi una della casa editrice!!!) e io a spiegare che il libro l’ho pensato e scritto io… ma che non l’ho stampato io!!! Che sono già abbastanza ossessionata dalla scrittura che mi prosciuga tutte le energie!!! Chi mi domandava in quanto tempo l’avessi scritto e io a spiegare che scrivo “a fiume” ossia quando mi viene in mente una storia… ne sono talmente ossessionata che la scrivo di getto… con i pezzi di dialoghi che mi vengono in mente nei momenti più strani…
Molto interesse e complimenti ha suscitato come sempre il titolo, e lì a spiegare che mi piacciono i titoli poetici-evocativi, che scrivo anche poesie e mi viene naturale adoperare i versi… che pubblico anche sul blog e pare siano gradite da chi le legge!
Insomma, in pochissimo tempo una marea di gente si è trovata a passare e a fermarsi davanti allo stand, e tra il divertito e l’incuriosito a parlare del mio libro con me! E poi a comprarlo!!! Sì, ragazzi, sono andata via come il pane!!!!!!! E a OGNUNO dei miei compratori ho firmato una dedica!!!! Una dedica DIVERSA!!! E mia cognata non mancava di sottolineare il fatto che a ciascuno componevo una dedica diversa, da buona scrittrice! E qualcuno, già intuendo la mia… poca propensione alla sintesi, scherzava pure sul fatto che scrivevo dediche lunghissime!!! (in questo senso, c’è stato persino chi, leggendo la trama sulla quarta di copertina, ha commentato sulla sua lunghezza….).
Qualcuno che, entusiasta della dedica e dell’autografo, mi assicurava che quando mi daranno il Nobel la copia autografata se la rivenderanno come pezzo unico e cimelio pregiato a prezzo vertiginoso!!!! E io a dire che potranno vantarsi di aver scoperto l’autrice agli albori della sua sfavillante carriera!!!!!!
Intanto, mia cognata illustrava ai lettori, di continuo, il messaggio del mio libro, dicendo: “L’autrice ci tiene a sintetizzare che il messaggio del libro è che la ragione non sempre ha ragione”!!! Vero e proprio tormentone del pomeriggio, ormai il mio motto, il mio slogan!!! La ragione non sempre ha ragione. E io a spiegare che siccome nel romanzo avvengono cose assurde…razionalmente impossibili, volevo esortare a crederei ai sogni! E in molti che mi davano ragione su questa cosa del credere ai sogni…




Bene. A questo punto, imperversavamo e il delirio era totale!!!! Mia cognata, ormai indiscussa mattatrice dello stand, che ripeteva le frasi “Potete sfogliare e fare delle domande all’autrice” e “La ragione non sempre ha ragione” oppure chiedeva ai visitatori se avevano ragazzi adolescenti in casa per regalare il libro quale ottima lettura per un pubblico anche giovane (facendo eco io che “il libro va bene dai 0 ai 90 anni, per ragazzi giovani e meno giovani!!); Mia cognata, ormai fucina di idee, coniava anche altri slogan che le sopraggiungevano nella mente, come: “Contro la crisi dei mercati: la crisi della ragione!!” e ancora “Un romanzo giovane scritto da un’autrice giovane!!” e chi ci rispondeva che data la mia età anagrafica sarebbe stato preoccupante se avessi scritto un romanzo da vecchia!!!! Eravamo talmente su di giri che facevamo tutto noi nello stand: davamo il catalogo della casa editrice a chi ce lo chiedeva, o la busta per mettere i libri!
Mentre parlavamo con i curiosi che si avvicinavano, vedendoci così esaltate, una ragazza mi ha detto: “Che personaggio! Sei un po’ agitata, ehhh??!!!” dato il mio status un TANTINO alterato, e poi ha comprato il libro “proprio perché sono un personaggio”!!!! Il responsabile della Ibiskos che mi ha fatto i complimenti per la strategia adottata, di attirare l’attenzione su di noi… ma senza essere invadente!!!! Sì, non invadente, in effetti… a parte il fatto che ripetevo la frase “questa è la mia opera prima” tipo 42 mila volte al secondo… Tanto che alla fine ero senza voce!!!!! Mia cognata impegnata a fare tutti i conti, a dare i resti (perché io so contare a malapena…), mentre io ero impegnata a firmare la dedica e l’autografo, oltre a ripetere che quella era la mia opera prima…di pari passo ho chiesto 2 mila volte il nome per scrivere la dedica!!!





La dura vita dello scrittore!!! Avrò perso 3 chili, solo per firmare gli autografi!!!!! Ma che ebbrezza, che emozione, che cosa fichissima!!!! Una grande emozione, credetemi!!!!!!
Ad un certo punto, però, la mia ora (d’aria) era finita e dovevo sgomberare, visto l’arrivo di un altro autore, un professore universitario, che il giorno prima durante il Minimal Forum aveva recitato una bellissima poesia in romanesco! Ebbene, il signore è stato gentilissimo… perché mi ha permesso di rimanere allo stand col mio romanzo anche nella sua ora!!!! Sì, mi ha fatto spostare una parte dei miei libri per fare spazio anche ai suoi, consentendomi così di avere un’altra ora piena per adescare… ehm… volevo dire, per incontrare il pubblico!!!!! Perciò assieme a mia cognata abbiamo creato il panico per un’altra bella ora!!!!!
Ad un certo punto, è arrivato persino un signore argentino!!!! Incuriosito dal cartoncino su cui avevo scritto “Tutta la verità sull’Impero del Cile”!!! Mi ha raccontato che in Argentina, nell’Ottocento, un tizio aveva rivendicato di essere il Re delle Pampas e che era un fatto storico!! E mi ha chiesto se avessi fatto qualche particolare studio sul Cile per scrivere la mia storia, io gli ho detto che il mio racconto era inventato e che, quindi, avevo dato pieno spazio alla mia fantasia! (in realtà, anche un’altra ragazza mi ha chiesto se ero stata in Cile!!!! Magaaaariiiii).
E praticamente, anche la seconda ora (d’aria) è trascorsa tra il più totale delirio, gli adescamenti, la chiacchiera facile, la parlantina, le vendite, gli autografi… Una strage!!!!
Meglio di Circe e Calipso!!!!




autografi...



E’ stata veramente una giornata trionfale, nemmeno nelle mie più rosee speranze avrei potuto immaginare un seguito, un afflusso, in interessamento… e una vendita di libri migliore di quella!!!! Ne ho venduti una marea!!!! E molti che mi chiedevano come stava andando il libro: alla grande, direi!!! Dunque, ho venduto tantissimi libri, ho firmato veri autografi (UHHHH!!!!), ho ricevuto tantissimi complimenti (mia cognata ha trovato una ragazza che le ha fatto i complimenti per il nome del mio blog – coniato da lei – e ne è rimasta soddisfattissima!) e ho ripetuto in tutto almeno 2 milioni 757 mila volte la frase “questa è la mia opera prima”!!! Facendo il gesto con la mano d’indicare i miei libri… per accompagnare la ormai mitica frase!!!!
Posso dire che fino ad ora, questa della Fiera è stata forse l’esperienza di incontro più intensa e interessante; ho capito cosa significa incontrare il pubblico, che non ti conosce, e riuscire ad entrare così profondamente nelle pieghe della sua emotività… tanto da farti largo a sufficienza per darti la possibilità di far arrivare il tuo messaggio e la tua anima, in definitiva! E io credo di aver fatto questo: in due ore sono riuscita ad entrare, in qualche modo, nella fantasia, emotività, sensibilità delle persone che passavano davanti allo stand e attirare la loro attenzione quel tanto che è bastato per farmi comprendere e decidere che valeva la pena comprare e leggere la mia storia…
Si direbbe che la Famiglia Imperiale del Cile abbia colpito ancora!! WOW!!!!!





Inoltre, sapete, mia cognata ed io, abbiamo avuto talmente tanto successo e seguito con la nostra strategia di vendita… che riteniamo di poterci dare alle televendite!!!!!! Venderemmo fino all’ultimo pezzo, perdiana!!! In due ore alla Fiera abbiamo fatto furore… pensate un po’ se avessimo avuto a disposizione mezza giornata o addirittura una intera… Vendevamo TUTTO!!!! Insomma, abbiamo un’anima imprenditoriale da paura!!!!!! Abbiamo scoperto di avere il piglio per gli affari!!!!
Siamo state le regine della Fiera!!!!

Bisogna dare spazio ai giovani, vero????!!!!



Ahhhhh, la dura vita dello scrittore, già!!! Mi ci potrei anche abituare a tutto questo!!! Forse mi ci sono già abituata… magari bramo che sia sempre così, che sia meglio di così… ahhhhhh, magari!!!! Sento che ho la stoffa per questo!!! Ho la stoffa per questa vita!!!! Già…




Ora, mi godo il grande successo di vendita e di pubblico registrato alla Fiera, e mi coccolo nelle fatiche di gloria e nella dolce sensazione di euforia che questo mi dà. Sempre con lo stupore di vedere cosa accadrà la prossima volta… forse già domani, o al più tardi… dopodomani… E’ la mia grande avventura, no??!!













E del resto, questa è la mia opera prima!!!! Uhhh, questa è la ripetizione numero 2 milioni 758 mila…
Il punto è che non riesco più a smettere di ripeterlo!!!!
Questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima… questa è la mia opera prima… questa è la m…

27 commenti:

articolo21 ha detto...

Allora... i miei complimenti innanzitutto... in secondo luogo volevo avere notizie del signore con la barba dietro di te visto che era molto triste... terzo: ti devo comprare due pantofoline per la prossima volta così stai più comoda... quarto: non ho visto ombra di un bracciolo nei paraggi (molto grave)... cinque: datti al racconto erotico così ci corprendi ancora e di più :) Bravaaaaaaaaa

Silvia ha detto...

Grazie!!!! Il tizio con la barba è uno dei responsabili della casa editrice, non era triste: era semplicemente mooolto concentrato!!!! Ok, aspetto le pantofoline, allora!!! Il bracciolo... beh... sai mi ha dato buca...

Racconto erotico????!!! Ahahaaa!!!! Fabrizio, ma ti pare che io sarei il tipo che scrive cose erotiche???!!! Va bene, scriverò qualcosa a luci rosse...!!!! Che poi, tra l'altro, nel romanzo c'è una scena un pochino erotica...

;-)

Come fa la canzone?? Porno pop porno... pop porno porno...!!!!!!!

Le Favà ha detto...

I miei più sinceri e longevi complimenti.
Davvero.

Verrò a trovarti alla prossima esposizione. Voglio comprare il libro e la personale dedica.

E non mi dire di comprarlo ora, se ci sarà un dove e un quando, vicino nel tempo, preferisco farmi un viaggio.
E poi la dedica non si rifiuta mai.

Ancora vividi complimenti Silvia.

Follementepazza ha detto...

"questa è la mia opera prima"...ora mi è rimasta a me sta frase...scherzo!
...cmq ti faccio i più sentiti complimenti...Brava!futuro premio nobel per la letterarura...
Bè ora ti saluto...Ciauu..

katiu ha detto...

Sono orgogliossima di te!
Grande Silvia!!

Questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima, questa è la mia opera prima ehehehehehe ora mi è entrata in testa sta frase .. e chi me la toglie?!?!


PS champagne troppo rosso? Sicura che non fosse succo di mirtillo? ^__^

il Russo ha detto...

Aaaahhhh, me lo sono goduto proprio questo resoconto, dettagliato e completo come mi aspettavo.
Anche dalle foto sembra che tua cognata fosse la PR dell'evento e tu la scrittrice seria impegnata alla sua prima opera (prima, eh eh).
Comunque son contento, ti meriti tutto ciò che di bello ti sta accadendo!

Rosa ha detto...

Complimenti, Silvia!
Bella esperienza, sono contentissima per te. :)))
Auguri per un futuro radioso e prosperoso, 2 milioni 757 mila volte.

Comunque guardandoti bene...hai la faccia da premio nobel. ;)

Alfa ha detto...

Con questa capacità di convincimento prima o poi ti troveremo Presidente del Consiglio.
Del resto l'hai scritto, qualche tempo fa: meno male che Silvia c'è!
;)

pansy ha detto...

Grandissima!! E chi ti ferma più!? :)
I miei complimenti, è tutto meritato!!!!
Bravissimaaa!! S -I - L - V - I - A
un super abbraccio affettuosissimo!

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

apperò, complimentoni!!

ma c'è una cosa di cui non sono sicuro che non ho capito bene e per cui volevo chiederti conferma:
ma questa è la tua opera prima??

stella ha detto...

Congratulazioni,Silvia ! E pure a tua cognata!

fabio r. ha detto...

brava! bella esperienza di vita da fiera!!
ma una domanda: c'avevi il portapenne di hello kitty???
:-)

Silvia ha detto...

Grazie a tutti! Troppo buoni!!!!

;-)

Fabio: sì, è il portapenne di Hello Kitty, carino, ehhh???!!!

;-)

l'incarcerato ha detto...

Grande Silvia! Sembri proprio una vera scrittrice sai?

Un abbraccio!!

ps concordo con Articolo21, secondo me quel signore lo avete fatto disperare, non vedi che gli hai fatto venire i capelli bianchi? ;)

Silvia ha detto...

incarcerato... in che senso SEMBRO una vera scrittrice????!!!!! Io lo SONO!!!!!

;-)

Non sono stata io a fargli venire i capelli bianchi!!!!!! Dici che l'ho fatto disperare?????!!!!

:-o

Stella ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stella ha detto...

Complimenti Silvia per il tuo libro ^__________^
Tu e tua cognata siete state bravissime: mi è piaciuto il resoconto della giornata ;)
Ti auguro di ripetere per altre 2 milioni e 757 mila volte e più : "questa è la mia opera prima"
^____^
In bocca al lupo per questa grande avventura

P.s sullo sfondo della terza e quarta foto si vedono i resti del panettone
;-)

Stella ha detto...

Per sbaglio ho cancellato il mio commento così l'ho riscritto
scusa
Buona serata

Federica ha detto...

complimentissimi...
se continui così la fiera del libro va a finire che la snobbi!! ^_^

Pupottina ha detto...

che lungo post! quante foto! ... e soprattutto che bel vestito!

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

Bravissima un successo davvero strepitoso!!!!!

Mali Cunfusioni ha detto...

complimenti vivissimi!

spero che la tua strada verso
l'Accademia di Svezia sia lastricata di tanti successi, anche più grandi di questo appena vissuto.

calendula / trattalia ha detto...

BELLISSIMO!!! mi hai fatto sbellicare dal ridere, perchè ti immaginavo tutta presa.... che bello, complimenti vivissimi... sapevo che avresti avuto successo... l'idea dei cartelli è stata GENIALE!!!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

ehm...ehm...quante cose potrei dire alla luce di certi messaggi catastrofici?! Mi limito solo ai complimenti dicendoti di ascoltare il tuo manager hahaahah
Complimenti piccolo genio della scrittura.

Calliope ha detto...

Pur non avendo letto il tuo libro io te lo darei davvero il premio Nobel per la letteratura..leggere ogni tuo post è davvero coinvolgente che me lo ingoio tutto d'un fiato tanto sei trascinante e brava nello scrivere.
Un bacione complimenti ed in bocca al lupo per il Nobel.
Buona serata cara Silvia ^_^

Pupottina ha detto...

buon weekend
p.s. da me piove a dirotto e il sole non si vede

viola ha detto...

WOW!!!!che reportage approfondito! mi sarebbe piaciuto passare, così ti chiedevo l'autografo!^__^era il contesto perfetto!
baci