CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

venerdì 5 dicembre 2008

perché non prendiamo esempio dalla gb?

GB: accusa di stupro per i clienti delle lucciole schiave





Qualche settimana fa leggevo questa notizia e pensavo a quanto in Italia, durante i "giri di vite", si vadano a colpire le vittime e i più deboli... invece che i VERI criminali.
Praticamente, in Gran Bretagna chi va con le lucciole che hanno un protettore sarà punito severamente: rischiando, per l'appunto, di finire il galera per molto tempo. La nuova riforma inglese prevede, infatti, che andare con una prostituta controllata da un protettore diventerà reato e si potrà essere perseguiti per violenza carnale. L'annuncio è stato dato dal ministro dell'Interno Jacqui Smith; sarà inoltre punibile già alla prima infrazione chi viene sorpreso a fermarsi in auto davanti alle lucciole. La Smith ha spiegato che ci sarà un'enfasi sulla punizione di chi va con prostitute vittime di traffici illegali o schiave di un magnaccia - circa il 70% del totale - a prescindere se il cliente ne sia consapevole o meno. "Le donne vittime di questi traffici non hanno scelta, gli uomini sì", ha sottolineato il ministro. Questo è solo l'ultimo capitolo di una durissima offensiva anti-prostituzione; il Sexual Offences Act del 2003 puniva il sesso a pagamento con minorenni e introduceva pene per il traffico di adulti e minorenni finalizzato al mercato del sesso. Lo scorso anno Il ministro per le Donne (hanno un ministro per le donne?? Uhhhhh, anch'io!!), Harriet Harman, aveva proposto di punire chiunque paghi per sesso.
Ohh, questa è musica per le mie orecchie! Finalmente un'iniziativa contro la tratta delle schiave del sesso che abbia un senso! Finalmente si comprende che per fermare il dramma di centinaia di migliaia di donne non si deve far loro la multa, ma bensì colpire chi mette in moto con la propria depravazione la spirale criminale di tale dramma. I clienti vanno annientati, quanto tempo è che lo vado dicendo? Appunto! E gli aguzzini che sfruttano queste donne meritano una sorte anche peggiore! Questa gente DEVE essere cancellata dalla faccia della Terra, punto.
Quante storie terribili ogni giorno, ultimamente qui in Italia, di centinaia di donne nigeriane, perlopiù, tradotte nel nostro Paese con l'inganno e poi costrette a battere sulle strade. Non nascondiamoci dietro a improbabili alibi - come qualcuno vorrebbe, perché pensarlo fa comodo -, le ragazze attirate in un Paese con l'inganno e la promessa di una vita migliore e poi invece schiavizzate per prostituirsi NON sono consenzianti: sono costrette! Perdipiù, oltre che costrette con la minaccia a vendersi, con lo spauracchio di dover RIPAGARE ai loro aguzzini il denaro speso per portarle laddove hanno trovato la schivitù! Doppiamente vittime, insomma. E oltretutto, perseguitate da una legge immorale che le valuta come le colpevoli invece che come le vittime!
Questa inglese sì che è una legge che ha una senso, altro che quello scempio INUTILE del ddl Carfagna.




Colgo l'occasione per ricordare che il 6, 7 e 8 dicembre in 3.500 piazze italiane sarà possibile acquistare la Stella di Natale dell'AIL con un contributo minimo di 12 euro. Se ritenete di dover regalare questa pianta, regalate quella dell'AIL: è per una buona causa! Grazie!
Inoltre, dall'1 al 9 dicembre è possibile inviare un sms solidale del valore di 2 euro al numero 48545 (da Tim, Vodafone, Wind, 3, Telecom Italia), grazie ancora!

16 commenti:

pansy ha detto...

brrr non nominiamo quella parola (ccia)...carfa.... brrrr mi viene il Vomito! :)

katiu ha detto...

AIL ogni anno compro la stella di natale nei loro banchetti, ogni anno faccio una donazione ... se posso, nel mio piccolo, cerco di dare una mano :)

PROSTITUZIONE sono d'accordissimo con te su tutto (come sempre d'altronde ^__^). Io sarei addirittura per la riapertura delle case chiuse, per quelle donne che SCELGONO di fare quel mestiere (sempre meglio che vederle lungo le strade .. e se anche fosse l'appartamento accanto al mio, ben vengano!).
Per chi è invece COSTRETTA a farlo .. metteri tranquillamente al rogo chi le obbliga, chi le sfrutta, chi le paga e chi non crea una legge per proteggerle!

Federica ha detto...

AIL: oltre alla stella di natale sarebbe utile sensibilizzare quante più persone possibili perchè diventino potenziali donatori di midollo...

Prostituzione: d'accordissimo con la legge inglese. vanno puniti in primis sfruttatori e clienti

articolo21 ha detto...

Io sempre aiutato l'Ail... ogni anno... Sei SEmpre vigile :)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Premesso che andare con una prostituta lo trovo squallido e degradante, accusare i clienti di stupro mi sembra insensato. Dovresti immaginare che hanno un protettore, ma soprattutto che le sfrutta.

Ok in questo modo si ucciderebbe il traffico in strada ma verrebbero segregate in case nascoste dove sarebbe ancora più difficile trovarle ed aiutarle.

Questo senza considerare che il reato di stupro comporta il non essere consenziente e se una prostituta ti ferma e ti chiede di venire con te per soldi non puoi dire che è stata costretta dal cliente.

Sono il primo a dire che tutto questo va fermato, che questo sfruttamento va sconfitto, ma bisogna arrivare a colpire chi le sfrutta più dei clienti.

Se anche, ripeto, facessimo come in GB forse non ci sarebbero più le prostitute in strada ma verrebbero fatte prostituire in case ed in luoghi nascosti e come già dicevo sopra, questo renderebbe ancora più difficile il provare a salvarle dalla schiavitù perchè sarebbero invisibili anche se esistenti.

PS: Grazie per aver pubblicizzato l'iniziativa dell'AIL.

Le Favà ha detto...

Il reato della Carfagna è solo la Visibilità. E' fatto in modo che sia lontano dagli occhi. E non risolve una emerita cippa.

Un reato è presente nella mente della gente solo quando si può vedere. Se si tolgono dalla strada, nessuno vede e tutti dicono che la prostituzione alla fine è debellata.

La Gran Bretagna ha visto giusto, in italia è impossibile da fare. Altrimenti i nostro politicanti non saprebbero dove andare...

In aggiunta alla Carfagna, è l'unico Ministro delle pari opportunità che ha ha lasciato prendere 20 milioni dal fondo per le violenze delle donne, per pagare il mancato introito dell'ICI...

Stella ha detto...

Prostituzione: sono d'accordo con te!

AIL: le stelle di natale sono un bellissimo simbolo del natale e comprale per fare una donazione le fa diventare anche il simbolo di una giusta causa :)

In bocca al lupo per Lunedì con i lettori

xina ha detto...

L'unico modo x eliminare le prostitute sarebbe eliminare l'uomo che ci va, ma questo non è fattibile.
Punire chi va con quelle che hanno il protettore? Penso serva a poco....o meglio, penso non sia controllabile.
Le donne che sono costrette a fare questo lavoro hanno paura, paura x loro, ma anche e soprattutto paura x i familiari che hanno lasciato in patria.
Se denunciassero di avere un protettore.....poi qui in Italia chi le proteggerebbe? La legge??? ahahaha che barzelletta!

Mali Cunfusioni ha detto...

il ddl Carfagna non ha risolto alcun problema prostituzione in Italia!

ha solo spostato in alcune città lo sfruttamento della prostituzione dalle strade alle case.

la cosa pazzesca è che la povera Carfagna era convinta (un paio di settimane fa alle Invasioni Barbariche) di aver fatto scappare le prostitute all'estero (citando come fonte la polizia che aveva visto quaste lunghe code di auto varcare il confine!)

... che paese difficile!

viola ha detto...

Ciao silvia non mi pronuncio sull'argomento perchè i "clienti" mi fanno troppo schifo per poterne anche solo parlare....
perciò ti annuncio solo che finalmente ho internet a casa!!!!W!

Silvia ha detto...

Daniele: può anche essere vero che una prostituta che ti "adesca" mentre sei in macchina non è costretta dal cliente... ma se valuti che la prostituta E' COSTRETTA ad adescare l'omino in auto perché se "a fine turno" non porta allo sfruttatore una certa somma di denaro guadagnata viene pistata di botte... beh, questo io non lo definirei "prostituirsi perché si è consenzienti"... ma perché non hai altra SCELTA. Che poi gli auguzzini siano una parte importante del calvario di quelle donne... ciò non toglie che il cliente si fa la parte sua: se non ci fosse la DOMANDA... le prostitute sarebbero disoccupate... e non viceversa (non è che i clienti si sentono in "dovere" di andare con le prostitute perché mossi a compassione dal fatto che non hanno di che lavorare...).

***

Katiu, con la storia del rogo: mi hai tolto le parole di bocca!!!!!!

Alfa ha detto...

Mmm, ci hanno provato in tanti a fermare la prostituzione, ma nessuno ci è mai riuscito.
Come per tante altre cose, del resto.
Non credo che minacciare la galera serva a molto. Quanti reati sono puniti con la galera?
E quanti vengono commessi lo stesso?
Anzi, per molti "lupi mannari" del sesso il brivido del rischio non farà che aumentare l'eccitazione,
mentre come al solito ci andrà di mezzo solo qualche sfigato...

Xav. ha detto...

Ciao scambieresti un link con il mio sito FolleRumba?
se accetti lascia un commento nella sezione dedicata ai miei link
http://follerumba.blogspot.com/

Pupottina ha detto...

rispondo: purtroppo sì! il lunedì kevin è posseduto dallo spirito della banda della Magliana.... in passato ha subito le influenze di lost e di Ben, John Lock e Jack....
povera me, in certi momenti, mi verrebbe da ...

Pupottina ha detto...

mi sembra un'ottima idea... se loro sono costrette a prostituirsi, l'idea non è male... se non è una scelta stabilita dalla donna, non è nient'altro che costrizione e stupro

Daniele Verzetti, il Rockpoeta ha detto...

PER SILVIA: ho captio che esiste la domanda, ma allora puniamo anche chi si droga dando l'ergastolo così fermiamo lo spaccio che poi alimenta la mafia ecc...

E' troppo facile punire l'altra parte quando non si riescono a prendere i cattivi...

Se si parla di etica e scelte morali è un conto, se parliamo di legge è un altro. Il cliente, per quando sia squallido il tutto, non commette reato, non esiste reato. Aggiungo che siccome è utopistico ritenere che si possa far sparire la prostituzione, esiste solo il rischio che si formino case chiuse come bische clandestine dove a quel punto non si possono neanche più salvare le donne che sono costrette a prostituirsi perchè, anche se esistono ancora, non le vedi più.