CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

martedì 25 novembre 2008

25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Oggi è una giornata importantissima: il 25 novembre si celebra la Giornata internazionale contro la violenza maschile sulle donne. Una delle piaghe peggiori che l'Umanità tutta non è riuscita ancora a debellare e questo getta su di noi la Vergogna; o meglio: sugli uomini l'infamia e su noi donne l'offesa e l'oltraggio. Oggi è importante tenere a mente l'impegno per aiutare le nostre sorelle, le nostre madri, le nostre compagne, le nostre mogli, le nostre figlie, le nostre nipoti, le nostre amiche o colleghe a uscire dalla spirale della soprafazione fisica e psicologica. Ma occorre ricordare, e io non mancherò mai di farlo, che TUTTI I GIORNI DEVE ESSERE IL 25 NOVEMBRE: PERCHE' LE DONNE DEVONO ESSERE DIFESE E PROTETTE OGNI GIORNO. Offendere una donna è il crimine stesso contro l'Umanità, perché senza donna non ci sarebbe affatto l'Umanità. Siamo noi a partorire i figli e a rendere possibile un Futuro per questo genere umano. Siamo noi il terreno fertile in cui si compie il senso stesso dell'esistenza di questa civiltà umana. Siamo noi la "Terra Madre", in fondo. E per questo meritiamo... ESIGIAMO che ci sia dovuto quel sacrosanto Rispetto che spesso difetta nel genere maschile. Ebbene, uomini che ci offendete, in svariati modi, facendo del male a noi fate del male a voi stessi, tenetelo a mente. Senza di noi non avreste futuro!
Rammentatelo!
I dati da snocciolare sono tanti, come faccio quotidianamente, ma oggi non ne farò menzione, oggi voglio fare delle raccomandazioni, semplicemente: - e mi riferisco soprattutto ai maschietti - impegnatevi maggiormente e più decisamente a proteggere le donne che vi sono accanto, qualsiasi sia il legame chi vi unisce. Vi sarà reso merito di questo! E alle donne, dico: abbiate coscienza e consapevolezza dei vostri diritti, della vostra capacità e della vostra umanità; non temete di denunciare qualcosa che non va, ciò è sintomo di CORAGGIO e non di fallimento... non dovete farvi convincere che prendere una certa decisione sia segno di fallimento. Il fallimento, sorelle mie, è soltanto aver dato fiducia e aver creduto in qualcuno che vi ha dato indietro solo dolore, umiliazione e violenza. Non abbiate paura di dire NO!
Nessuna donna merita un destino di violenza, nessuna!
Chiedo che ci sia restituito il diritto di ESSERE DONNE IN PACE... proprio come a ogni uomo è consentito di essere uomo senza temere per sé.
Tutte le mie sorelle, in tutto il mondo, sono nel mio cuore costantemente.
E tutte voi che mi leggete siete mie sorelle! Grazie...




ROMPIAMO IL SILENZIO E L’OMERTA’ CHE CIRCONDANO QUESTE VIOLENZE!!

Il 25 novembre incolla il manifesto ed il suo messaggio sul tuo blog!!

Facciamo in modo che tutti nella stessa giornata abbiamo questo messaggio di protesta!

Facciamolo girare!!

16 commenti:

Follementepazza ha detto...

...ecco ci sono!Un saluto...ciao ciao..

Calliope ha detto...

Ciao sorella.
Condivido tutto ciò che hai scritto ma tu credi davvero che gli uomini non sappiano quanto valiamo e che senza di noi si fermerebbe l'universo??
Spero un giorno (non troppo lontano) lo capiscano ed inizino a trattarci per come meritiamo..da esseri umani e non da oggetti.
Ma non dobbiamo spaventarli..perchè non capiscono che anche una donna può esser dura..e che se non lo è..è perchè NOI li rispettiamo.
Chi usa violenza sulle donne meriterebbe un'esemplare punizione da parte dello stato!!
Noi donne siamo lo stato, dobbiamo solo farci sentire, dire basta e farci valere..ne abbiamo le capacità e le possibilità!!
Un abbraccio.

articolo21 ha detto...

Saluti cara

Silvia ha detto...

Calliope, gli uomini sanno quanto valiamo... per questo hanno tenuto sempre un comportamento violento con noi... No, non li voglio spaventare (!!!) voglio soltanto che certe argomentazioni finalmente entrino in testa...

Ciao, sorelle mie!!! ;-)

monica ha detto...

:-)
monica

stella ha detto...

Non riesco a caricare l'immagine.

Sono con te!

Stella ha detto...

Ciao sono l'altra Stella
Condivido e ho postato il messaggio sul mio blog!

Anto e Paolo ha detto...

E' vergognoso che tante donne debbano subire violenza e spero che questo tuo messaggio arrivi a tutte coloro che la subisce silenziosamente. Mi auguro che siano sempre di più quelle che denunciano simili atteggiamenti perchè un uomo che si comporta in tal modo non ama e non cambierà mai!

Luana ha detto...

Carissima sorella :)) tu hai il dono dell'oratrice! Ebbene si! Riesci a farmi incazzare quando scrivi incazzata, a farmi sentire ancora più solidale quando vuoi comunicare questo messaggio, a infondermi amore con le tue poesie...o forse dovrei dire semplicemente che sei molto comunicativa quando scrivi :).
Bellissimo post!
Bacetti e buona serata :)

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ciao sorella Silvia.Gran bel post: aspettavo un articolo del genere in questa giornata.

Federica ha detto...

su certi temi ci vorrebbe un'attenzione costante, non solo quella di un giorno. e un po' di fondi.

stella ha detto...

Ce l'ho fatta a caricare l'immagine!

butterfly.23 ha detto...

so io che farei a chi commette atti di violenza sulle donne...e sui bambini...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Come ben sai condivido appieno ogni tua parola e sono stato lieto di appoggiare questo evento sul mio blog.

Si deve partire da qui, anche da un post su un blog per cercare di sensibilizzare su questo terribile problema.

Nella speranza di cambiare la testa di certi "uomini" e di avere leggi più severe per proteggere le donne e punire veramente chi fa loro del male.

Blogger ha detto...

Ti segnalo un bel post, su un'esperienza privata, di un'amica blogger.
http://assaggi-di-me.blogspot.com/
Spero ti piaccia, a me è piaciuto.
A presto.
Blogger
PS Domani scrivo

Clelia ha detto...

Complimenti per il tuo blog. Mi è stato raccomandato da una mia lettrice! Sono daccordissimo su quello che scrivi...

Anche io ho scrivo di donne, il mio ultimo post riguarda le donne e il lavoro. Vorrei atanto avere una tua opinione in merito.

clelia

www.overlooklondon.blogspot.com