CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

sabato 12 luglio 2008

requiem

Luciana, Antonella, Hiina, Chiara, Meredith, Giovanna, Lorena, Loredana e Federica... e quante, quante, quante altre come loro...
Quante ancora ne verranno??? Quanta scia di sangue?? Quanta innocenza femminile ancora offesa e violata??? Ma non cambia mai questo sistema??? Non cambia mai, mai, mai, mai???
MAI???
Donne, sempre loro, vittime della violenza maschile in un impazzito mix di fisionomie e lingue e culture che immancabilmente lascia in eredità di sé sempre lo stesso volto. La violenza maschile è una e unica e non ha volto e non ha nazionalità e non ha onore! Donne massacrate spesso (ahhhh, troppo spesso!) senza giustizia, senza pentimeno, senza scuse! Orrore e mortificazione che non ha mai termine! Donne massacrate da mariti, fidanzati, padri o sconosciuti che non meritano pietà, che meritano di essere annientati. Donne offese da una legge che nemmeno concede loro Giustizia, sì, quella sacrosanta con la "g" maiuscola. Donne che forse sopravvivono allo scempio... ma il loro sopravvivere è un'apparenza che nasconde la devastazione, la distruzione, la tragedia che solo una donna sa, e che immancabilmente porta alla morte.
Quante ancora ce ne saranno, quante??? Federica è solo l'ultima in ordine di tempo, ma domani?? E poi??? Come se nulla fosse! Proseguiamo imperterriti sulla linea dell'aberrazione umana... proseguiamo imperterriti.





Non è bello vivere così da donna. Non è bello per noi donne dover vivere una vita imprigionata per colpa dell'uomo. Non è bello sapere che noi donne abbiamo precluso moltissimo perchè minacciate nella nostra incolumità dall'uomo. Non è bello sapere che noi donne non avremo mai una vita uguale a quella degli uomini... per colpa degli uomini.
Non è bello vivere così. Perennemente in pericolo.
Non è bello.
Quando muterà questo sistema???
Sono molto scoraggiata e... non vedo Rispetto, non vedo evoluzione... dappertutto vedo solo offesa e mortificazione e offesa e offesa e offesa e ancora mille, mille volte offesa...

20 commenti:

l'incarcerato ha detto...

Io, da uomo, mi indigno per la situazione che hai descritto.
E non posso non darti ragione. Quando la donna sarà rispettata e non subirà queste discriminazioni e ingiustizie, vorrà dire che abbiamo raggiunto la società ideale.

Silvia ha detto...

L'incarcerato: grazie, grazie, grazie mille volte per la tua solidarietà e sensibilità verso questo tema! Grazie per le tue parole: principalmente la presa di coscienza verso tutto questo deve avvenire dagli uomini. Vorrei che gli uomini capissero finalmente quanto basso e meschino è quello cui costringono le donne! Vorrei che smettessero di pensare di avere diritto, qualsiasi diritto di vita o di morte sul corpo delle donne! Questa idea bacata deve essere annientata, una volta per sempre! Quando gli uomini capiranno questo... allora sì, che avremo raggiunto la società ideale che tu invochi...

AndreA ha detto...

Mi sembra non ci sia da aggiungere altro....

Un abbraccio forte... :-)

Silvia ha detto...

Andrea: no... che altro si può dire che sia più esauriente di questo?? Ahimè...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Non è bello vivere così da donna. Non è bello per noi donne dover vivere una vita imprigionata per colpa dell'uomo. Non è bello sapere che noi donne abbiamo precluso moltissimo perchè minacciate nella nostra incolumità dall'uomo. Non è bello sapere che noi donne non avremo mai una vita uguale a quella degli uomini... per colpa degli uomini.
Non è bello vivere così. Perennemente in pericolo.
Non è bello.

NON E' BELLO SAPERE IN QUANTO UOMO, CHE MI DEVO VERGOGNARE DI TUTTE QUESTE COSE.
NON E' BELLO SAPERE CHE IL MIO GENERE CONTINUA A FARE QUESTO.
NON E' BELLO SAPERE CHE PER COLPA DELL'UOMO (MASCHIO) VIVIAMO IN UN MONDO COSì SCHIFOSO.

NON E' BELLO SAPERE QUANTO FACCIAMO ANCORA SCHIFO E PENA.

il Russo ha detto...

Federica era di Casale Monferrato, delle mie parti.
Abitava e studiava a Milano finchè dei ragazzi italiani di "buona famiglia" che non si sono fatti ancora manco un minuto di galera (i rom sono di cattiva?) non la uccisero dentro oltre che umiliarla fisicamente, cambiò città ed i genitori la sostennero trapiantandosi a Torino.
Federica non ce l'ha fatta: bastardi, vi odierò per sempre.

Silvia ha detto...

Marco: No, non è bello tutto questo, no, no, no.

Non è bello avere consapevolezza di che orrore sia questo mondo. E' assurdo che ancora oggi un genere tenti (e riesca) a opprimere l'altro genere... laddove non sarebbe mai dovuto accadere. No, non è bello vivere così, no.

E non è più accettabile che ciò continui ad avvenire con tale drammatica, devastante automaticità.

Marco, GRAZIE PER LE TUE PAROLE, GRAZIE PER LA TUA SENSIBILITA', GRAZIE PER OGNI SILLABA.

E' bello, sì, è bello sapere che ci sono uomini come te, uomini come voi che hanno cuore, sensibilità, buonsenso, ONORE e RISPETTO per le donne, tutte le donne. E io di questo te ne sono immensamente grata. Mi spiace che tu ti debba vergognare di essere maschio per colpa della BESTIALITA' impazzita e disgustosa di una larga, larga porzione di genere umano maschile, ma tu, e i ragazzi come te, sei diverso e con la tua consapevolezza e il tuo buon cuore ILLUMINATO rendi onore al genere e a chi come te è diverso da quelle BESTIE. Il tuo cuore redime ciò che può e vuole essere redento.

E io ti ringrazio per questo!!!

Tu mi dai speranza, mi fai sperare che ci sia un'altra via... in cui ogni donna possa essere protetta e sentirsi al sicuro vicino a un uomo, qualsiasi uomo...

Grazie...

Silvia ha detto...

Il russo: sì... questa storia è la storia di tante, tante, tante, TROPPE ragazze e donne... devastate fisicamente prima e psicologicamente dopo... e umiliate ancora da una legge che tutela gli stupratori (in cui avvocati e giudici deridono le vittime e le fanno scivolare dal ruolo di vittima a ruolo di colpevole). Una legge maschilista e disgustosa! Una legge indegna, una società indegna... e quante ragazze come Federica sono vittime di questa schifosa bestialità umana?

IO SONO LA PRIMA CHE ODIERO' PER SEMPRE I COLPEVOLI! COME ODIO CON TUTTE LE MIE FORZE, CON TUTTA LA MIA COSCIENZA, CON TUTTO IL MIO CUORE TUTTI QUELLI CHE USANO VIOLENZA SULLE DONNE. NESSUNO ESCLUSO, NESSUNO SI SALVA. IO LI ODIO TUTTI. E LI MALEDICO IN MANIERA SUBLIME MILLE E MILLE E ANCORA MILLE VOLTE.

Prima o poi tutte queste bestie e gli uomini che li assecondano pagheranno, pagheranno tutto. Pagheranno secoli e secoli di umiliazione e sangue femminile.

PS: grazie per la tua sensibilità, grazie!

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Per quanto bella un uomo dovrebbe vergognarsi anche del fatto che una donna arrivi a scrivere questa:
Mia Martini - Gli Uomini Non Cambiano

Quanto siamo distanti dal capirci.
Forse o sicuramente perchè non c'è mai stata la volonta di farlo.

Federica ha detto...

io rispetto al caso di federi ca metterei in luce ancora un altro aspetto: quando saprisce una ragazza la prima ipotesi è sempre quella della fuga volontaria. anche in questo caso se ne era parlato.

e per carità ci saranno anche tante ragazze che scappano da casa per unn milione di motivi diversi, ma in questi casi non sarebbe meglio attivarsi con tutti gli strumenti necessari fin dal primo minuti e poi se la ragazza torna a casa da sola... beh tanto meglio no?

...se non è pregiudizio questo!

articolo21 ha detto...

Io sono con te in questa riflessione amara. Ma le cose continuano a non cambiare.

alfa ha detto...

Hai ragione, non c'è evoluzione, non c'è progresso. Continua ad esserci tanta ignoranza, tanto menefreghismo, tanto "meno male che non è capitato me"... quando invece queste tristi e devastanti storie ci riguardano tutti, perchè sono lo specchio di una società ancora troppo arretrata...
Mi vengono una rabbia pazzesca e una tristezza immane quando leggo queste cose..... boh..

Silvia ha detto...

Marco: già, se una donna può giungere a formulare certi pensieri da mettere in musica... significa irrimediabilemente che c'è qualcosa che non va. Siamo distanti dal capirci... fondamentalmente perchè gli uomini hanno fatto di tutto per non comprendere le donne, ma solo ancorati alla loro mentalità e costringendo sempre le donne a sottomettersi a loro.

Grazie per la canzone, grazie!!! La tua sensibilità come sempre fa centro!!!
;-))

Silvia ha detto...

Federica: quello che dici mi trova totalmente, perfettamente d'accordo! Certo, la donna da una certa bacata mentalità maschilista deve essere sempre demonizzata e colpevolizzata: quando c'è una sparizione come prima cosa si cerca di ricondurre la colpa a lei... senza invece dire chiaramente che questo mondo fa schifo e gli uomini sono schifosi assassini! Tipico dare la colpa alle donne, tipico! E in questo sistema come possiamo sperare di trovare tutela???

Certo che bisogna attivarsi subito con ogni mezzo quando c'è una scomparsa e se poi si tratta di fuga volontaria, beh sì, tanto meglio; ma ti assicuro che al 99,9% dei casi la colpa è sempre di un uomo...

Silvia ha detto...

Articolo21: No, le cose continuano a non cambiare e anzi, ad andare sempre peggio...

Grazie per la solidarietà!

Silvia ha detto...

Alfa: benvenuto!

E il "meno male che non è capitato a me" finirà per spazzarci via! L'indifferenza è una malattia tremenda che dà i suoi frutti di morte ogni giorno di più; se ci fosse più sensibilità eviteremmo tante tragedie! E hai ragione, queste storie sì che ci riguardano tutti e in cui rispecchiamo ciò che siamo: una società senza più valori e solidarietà. Anch'io ho rabbia, rabbia, rabbia che monta sempre più... e il senso d'impotenza è la cosa peggiore...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sai che sono sempre dalla parte delle donne. Tutto questo va fermato.

Silvia ha detto...

Daniele: grazie, grazie di vero cuore per la tua sensibilità e solidarietà!!

Gatta bastarda ha detto...

eccomi che piango come una fontana... quando si parla in tv di questi fatti io e la maggior parte delle donne assumiamo un atteggiamento strano, piangiamo, ci chiudiamo, ci schifiamo... il problema è che spesso gli uomini queste notizie non le ascoltano nemmeno gli passano sopra come il meteo o la pubblicità... o peggio ancora ci scherzano sopra... (ho dato un pugno nello stomaco ad un amico una volta per questo... non capiva neanche perchè me la fossi presa poi lo'ha capito...credo che fosse l'unica volta nella vita mia che ho colpito qualcuno per fargli male!). gli uomini ti uccidono e poi con gli amici ridono di te... spesso è vero ,come aveva ragione mia martini! (grande schiavi o liberi per averla citata, mette i brividisia il testo che la sua voce)... grazie a quelgli uomini che invece capiscono e che cercano di cambiare le cose.

Silvia ha detto...

Gatta: sono perfettamente, totalmente d'accordo con te su tutta la linea...