CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

martedì 3 giugno 2008

la vita speciale dell'avvocata delle donne

Bene, ragazzuoli miei, ho appena finito di leggere un libro assolutamente meraviglioso, che vi consiglio vivamente: "Una vita speciale", firmato da Tina Lagostena Bassi assieme alla giornalista Germana Monteverdi; un libro autobiografico che illustra la vita e soprattutto l'impegno in difesa delle donne vittime di stupri... doppiamente oltraggiate da una Giustizia (???) maschilista e corrotta che non solo non sapeva comprenderle e render loro giustizia... ma finiva persino col capovolgere i ruoli tanto da far diventare le vittime COLPEVOLI.... Che disgustosa vergogna!
"Una delle donne che più di altre ha contribuito a influenzare la vita civile del nostro Paese ci racconta la sua storia, una storia davvero speciale, fitta di avvenimenti, di battaglie, di ideali. Dagli anni dell'adolescenza alla scelta professionale, dal primo processo come avvocato penalista a quelli che l'hanno resa famosa, tra cui la difesa in Appello e in Cassazione di Donatella Colasanti, vittima dei mostri del Circeo, dalle lotte per i diritti delle donne all'impegno nella politica, il racconto si snoda lungo un percorso che è sì personale e privato, ma si delinea su uno sfondo, quello dell'Italia dal dopoguerra a oggi, che è carico di drammi e mutamenti. E Tina Lagostena Bassi di questi mutamenti è spesso partecipe, soprattutto sul fronte delle violenze nei confronti delle donne, dove contribuisce a far modificare una legislazione inadeguata e mortificante. Basti pensare che in base al codice Rocco, lo stupro era considerato un reato contro il buoncostume. E poi i viaggi, l'attività pubblica e quella di divulgatrice all'interno di una serie di trasmissioni radiofoniche e televisive".




Sono celebri le sue arringhe in cui, con termini asciutti, descriveva la violenza subita dalle sue assistite rompendo, di fatto, un muro di silenzio che imperava troppo comodamente sia nella società sia nel mondo dei tribunali sulla questione della violenza sessuale.
"Se la donna viene trasformata in un’imputata, si ottiene che non si facciano denunce per violenza carnale. Una donna ha diritto di essere quello che vuole, senza bisogno di difensore, e io non sono difensore della donna, io sono l’accusatore di un certo modo di fare i processi per violenza, ed è una cosa diversa… Tutto si cerca di sporcare".
In linea con il suo impegno per le cause femminili è tra le socie fondatrici del Telefono Rosa e della Casa internazionale delle donne.
Ha combattuto per oltre vent'anni per far approvare, infine, una legge adeguata contro la violenza sessuale: la legge numero 66 fu approvata nel febbraio 1996. SOLO 12 anni fa.... (ahhhh, vedete che Paese civilizzato siamo???).
"... Era una cosa davvero vergognosa che lo stupro venisse ancora considerato come un reato contro la morale e il buon costume e non contro la persona che lo subisce, per gravità secondo soltanto all'omicidio.
Non colpisce solo il corpo della donna: la offende, la sottomette, la umilia, la ferisce, la distrugge moralmente e psicologicamente.
La donna non riesce a dimenticare per tutta la vita.
Infatti le percosse e le violenze colpiscono l'involucro di una persona.
La violenza sessuale invece, colpisce e distrugge l'essenza della donna..."
Un libro che consiglio a tutte le donne e anche (soprattutto) agli uomini per gettare una luce sulla vera natura della nostra società, su cosa significava essere donna nemmeno tantissimo tempo fa, sull'ipocrisia quasi totale delle Istituzioni e della Giustizia, sulla corruzione (morale) che ci attornia e su ciò che noialtri possiamo (dobbiamo) fare per renderci e rendere migliore questo Paese. E' ora di smascherare definitivamente il disgustoso/subdolo/luciferino maschilismo del mondo politico, delle Istituzioni e della società italiana in genere... un sistema in preda ad una degenerazione morale inarrestabile spacciata per progressista e paritario! Ma che cova una decadenza morale/maschilista senza precedenti... io lo sostengo di continuo che il maschilismo occidentale è più pericoloso... perchè è abilmente dissimulato... quasi a farci intendere che non ci sia, ma c'è eccome...
Leggere questo libro, aprirsi gli occhi e non smettere di combattere per i nostri sacrosanti diritti... troppo a lungo negati.... faticosamente raggiunti... e ora (continuamente) minacciati da gente inetta e incapace... E noi questo NON lo vogliamo!!!!!
Da leggere per comprendere le bestialità del genere umano fino a che punto possono ancora spingersi... laddove la violenza sulle donne è una piaga quotidiana mai debellata, che deve esserlo quanto prima! Che gli uomini devono SMETTERLA di pensare di avere potere di vita/morte sul corpo delle donne, devono SMETTERLA di pensare di avere diritto e di essere quasi giustificati ad usare violenza sulle donne! GLI UOMINI DEVONO SMETTERLA... ALTRIMENTI LE COSE SI METTERANNO DAVVERO MOLTO, MOLTO, MOLTO MALE... perchè i crimini inauditi non possono essere perpetrati in eterno... prima o poi arriva la resa dei conti... e potrebbero essere cavoli amari, a quel punto...
Il racconto di una vita davvero speciale, insomma! Di una donna scomoda perchè integerrima e cocciuta, che mai si è fatta da parte... ma che ostinatamente ha condotto sino in fondo le sue battaglie! Un modello da seguire, un faro da seguire per tutte/i noi...
Una grande femminista! Recentemente la Carfagna (ministra della Repubblica...) ha dichiarato di essere anti-femminista... bene, ne prendo atto! IO invece mi vanto di essere femminista e di poter avere come modello una donna come Tina Lagostena Bassi, me ne vanto!!!! ;-)
"... Anche per questo ho voluto regalare il mio tempo, la mia libertà e i miei pensieri alle donne.
A quelle che lavorano e sono discriminate. A quelle che subiscono violenza fisica o sessuale in famiglia o da sconosciuti, senza ottenere giustizia.
Sono felice di aver lavorato per loro....
Io ho sognato in grande, libertà e giustizia per tutti.
E ho avuto una vita bellissima."
Non mi stancherò mai di ripeterlo: GRAZIE TINA!!!!!! ;-)

18 commenti:

il Russo ha detto...

Tina Lagostena Bassi è stata una Donna con la D maiuscola, non riesco però a capire nell'ultimo periodo della sua vita perchè prestarsi ad una trasmissione insulsa e ridicola come Forum sul biscione e la sua adesione e relativa candidatura con elezione in Forza Italia: demenza senile?
Comunque i fatti da me citati scompaiono a confronto con le cose magistrali da lei fatte in anni difficili di una ancor più difficile contesto culturale come quello italiano.

Silvia ha detto...

Beh, sai, col casino di Tangentopoli e lo scioglimento del partito socialista e della DC, praticamente tutti erano confluiti o nel partito democratico della sinistra o in quello di Berlusconi. In realtà, tutto nacque perchè in un primo tempo Tina aveva dato la sua adesione a un partito inventato da Sgarbi, che però mai venne costituito; fu in seguito lo stesso Sgarbi a dire che tutti i partecipanti a quella lista eran d'accordo a confluire all'interno di Forza Italia(dove avevano trovato posto molti socialisti). Comunque, lei accettò a patto di essere inserita nella lista di una città dove non c'era l'accordo elettorale con i fascisti, cioè MSI. E comunque il suo unico scopo, una volta eletta, era quello di giungere finalmente alla tanto sospirata legge contro la violenza sessuale che agognava da 20 anni...

Forum?? Beh, lei ha partecipato spesso a programmi radiofonici e televisivi... certo, forum è un po' ridicolo... ma c'è di peggio in tv, di peggio! Le si può perdonare tale debolezza, daiiii!!!! ;-)

Ad ogni modo, questa donna non può che suscitare ammirazione, spirito di emulazione ed essere presa come esempio! Ha combattutto veramente battaglie difficilissime, con le unghie e con i denti, contro un sistema corrotto. Da donna non posso che ringraziarla per tutta l'eternità per quanto ha fatto, aldilà della legge sulla violenza sessuale... lei ha ridato dignità a tutte le donne violentate doppiamente dal maschilismo criminale di questo ordine. Ha ridato dignità a noi tutte e Rispetto... e questo vale più di qualunque altra cosa!

lindöz ha detto...

Cacchio, è da un sacco che non leggo un libro (solo fumetti o_O). Mi hai dato un buono spunto. Un abbraccio!

l'incarcerato ha detto...

Anche se non sono una donna, anche io la ringrazio per aver contribuito a renderci una società più civile e rispettoso della donna. C'è ancora tanto da fare, ancora le donne se violentate subito scappa la battuta che però si poteva vestire meno provocante.
Proprio l'altra volta c'è stata quella povera ragazzina di 14 anni che era stata violentata e uccisa dai suoi coetanei. Era incinta, e giravano le male voci che era una poco di buono. Che vergogna, abbiamo ancora una mentalità di merda(scusa l'espressione!).

ps per sdrammatizzare, io però sono contento che forse Obama vinca le primarie, vedo che tifi per Hilary...

Sarina ha detto...

ti ringrazio tanto per questo post...grazie per aver riportato un po di attenzione su una persona così fondamentale per le donne italiane e la società..speriamo che le sue battaglie non siano mai dimenticate

Sarina ha detto...

e per l'incarcerato: credo che non ci sia nulla d insulso e ridicolo in Forum e il suo lavoro lo ha sempre portato avanti con dignità. Se Forum è ridicola cosa vogliamo dire di Uomini e Donne, c'è posta per te..Amici, Buona Domenica, Lucignolo e tutte le amenità che si vedono in televisione...

Sarina ha detto...

osp ho sbagliato volevo dire il Russo!!Scusa ad entrambi

luce ha detto...

Sicuramente una grande donna che ha combattuto per le donne anche se a me piacerebbe davvero capire la sua scelta di apparire a forum, può sembrare un modo per farsi notare e poter sottolineare la sua idea o un modo per mantenersi o chissà che altro mi piacerebbe capire meglio la sua scelta così diversa dalla suo cerdo modo di essere.

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Una sera in compagnia, parlavamo delle violenze contro le donne, sulle possibili cause, (es: abbigliamento troppo trasgressivo) ed è uscita una frase che è diventata un ricordo di quella conversazione." Fino a quando, le ragazze o donne, non potranno andare in giro anche nude senza essere toccate, ci sarà ancora qualcosa da fare.Il problema è il bisogno dell'uomo di possedere la donna, di considerare il suo corpo un oggetto sessuale, il tutto aggravato da una società dove ogni cosa deve essere posseduta, consumata. Serve certo una legge che tuteli le donne, ma questo sarebbe solo un risolvere le conseguenze e non le cause. Un po' come i medicinali, curano i sintomi ma non la causa della malattia. Bisogna lavorare sulla società, ricostruire i rapporti uomo/donna, fare in modo che l'uomo non senta la donna come un oggetto, ma neanche che la stessa, per l'estrema insicurezza e falsa emancipazione, crei rapporti ossequiosi con l'uomo. Partire da una condizione di parità, rispetto reciproco abbandonando definitivamente falsi ruoli stereotipati. Insomma... per lei, l'uomo non deve essere colui a cui affidarsi, il principe azzurro che una volta arrivato, risolve ogni cosa rendendo la vita un sogno. E per l'uomo invece, sarebbe ora di smettere di considerare le donne una collezione. Esempio: un uomo che va con tante è furbo, viceversa è uno sfigato! A entrambi i sessi, serve comprendere che amare, non vuol dire dipendere, e neanche possedere. Amare è un atto che richiede grande maturità, per questo non si può amare senza migliorare prima di tutto come persone. Maturare arrivando a capire, che la felicità deve venire da noi stessi e la stessa, può essere solo condivisa con l'altro. La delusione più grande, a mio avviso, arriva dal cercare la felicità in un'altra persona.
Per Tina Lagostena Bassi, tanto di cappello. E' sicuramente un esempio da seguire.

Silvia ha detto...

Lindoz: beh, se vuoi tornare alla lettura di un libro dopo un pochino di tempo, vale la pena di leggere questo qui, te l'assicuro!!! ;-)

PS: anche i fumetti sono un'ottima lettura, comunque!!!! ;-))

Silvia ha detto...

L'incarcerato: sì, tutti dobbiamo esserle riconoscente per quanto ha fatto per questa società... e sì, la strada verso la parità e la giustizia per noi donne è ancora lunga e tortuosa, accidentata e ostacolata da un maschilismo ancora radicato e difficile da estirpare...

Ti ringrazio per l'esempio da te riportato: sul fatto che a monte di una violenza carnale, il clichè porta sempre a colpevolizzare la donna troppo provocante, che "se l'è cercata" ecc. Ebbene, chi sostiene cose del genere dovrebbe essere ANNIENTATO dalla faccia della Terra! Poichè questo è il tipico atteggiamento - tanto caro al nostro sistema corrotto - che tende a demonizzare la donna e a GIUSTIFICARE gli stupratori! Mi fa schifo tutto ciò... mi fanno schifo quelli che ragionano (ragionano??) così... Mi fanno schifo!!! No, dici bene: abbiamo tutti una mentalità di merda che deve essere cambiata assolutamente... prima che questa società vada a rotoli in via definitiva...

***

Ehiiiii... e per sdrammatizzare... mi ricordi che Hillary ha perso la nomination in favore di Obama??????!!!!!! Io sto cercando di riprendermi dalla delusione!!!!! Erano anni che sognavo Hillary prima presidente degli Usa... e ancora una volta sono stata delusa... (pensa,ancora non mi sono ripresa per la sconfitta, in Francia, di Segolene Royal, figurati...). Però, dai, sei stato carino: mi hai fatto sorridere!!!!!! Ora spero solo che Obama sia eletto.... un altro repubblicano non lo voglio!!!!! ;-)

Silvia ha detto...

Sarina: dovere ricordare Tina (già ricordata in un post, di marzo, in occasione della sua scomparsa) e dovere tenere a mente la sua lezione, le sue battaglie... nella speranza che ci siano altre donne intrepide, come lei, nell'inseguire un mondo più equo e giusto per tutte noi...

Silvia ha detto...

Luce: beh, lei nel libro dice che ha avuto molti doni nella vita: un marito e dei figli che l'hanno sempre sostenuta e l'hanno sollevata da quelle responsabilità/incombenze che le avrebbero impedito... o quantomeno distratta dal suo lavoro, dal suo impegno. Questo per dire che lei ha vissuto totalmente la sua vita in funzione del suo impegno per rendere giustizia agli altri... e credo che per lei la partecipazione a forum non era nè una vetrina nè un raccogliere denaro o altro: ma un modo per far conoscere alla gente il suo lavoro, i suoi valori e quello in cui lei credeva... Ti dico questo: oggi mentre attendevo il Tg5 delle 13,00 stavano facendo appunto forum e credo fosse una replica perchè a giudicare c'era Tina (la storia era di una ragazza ex tossicodipendente che doveva scontare alcuni anni di carcere, quando fu arrestata era incinta e dopo 10 mesi dalla nascita del bambino dovevano toglierlo alla madre per affidarlo alla nonna) e lei ha stabilito che questa mamma doveva chidere al suo avvocato di farle avere gli arresti domiciliari... perchè dal 1995 c'è una legge che attesta che le donne con bambini devono scontare la pena ai domiciliari (prima le creature stavano in carcere con le mamme sino a 3 anni e poi venivano affidati agli orfanotrofi), ebbene... questa legge è stata Tina stessa che l'ha fatta modificare... E vederla accalorarsi per un caso del genere strettamente legato a qualcosa che lei aveva contribuito a cambiare anni prima, beh, è stata una cosa emozionantissima!!! Anche se il programma può piacere o meno... quando c'è una persona di VALORE a portare il proprio messaggio... qualunque sia lo scenario... non cambia la sostanza...

Silvia ha detto...

Schiavi o liberi: ... hai detto tutto tu, io non potrei aggiungere di meglio!!!! Ogni tua frase centra perfettamente il problema... ohhhh, se TUTTI gli uomini avessero il tuo buonsenso, la tua sensibilità, il tuo candore... saremmo davvero evoluti!!!!

Di mio, aggiungo solo questo: anche se fosse vero che le donne vestono magari troppo provocanti o andassero nude in giro... questo comunque NON GIUSTIFICA GLI UOMINI AD USARE VIOLENZA SU DI LORO... cioè, non vuol dire che siccome una donna veste in un certo modo l'uomo, per questo, HA DIRITTO a usare violenza... Questa mentalità è sbagliata, è criminale e va annientata! Finchè anche un solo uomo sulla terra penserà di essere giustificato a fare questo... stupri/violenze continueranno all'infinito...

Grazie per le cose che hai scritto, grazie!!!!

articolo21 ha detto...

Donna coraggiosissima e civile che è stata ricordata pochi giorni fa solo ed esclusivamente per la sua collaborazione al programma Forum di Rete 4. Dimmi te che informazione...

Silvia ha detto...

Articolo21: sì, infatti è triste che sia ricordata SOLO per forum... quando invece il suo contributo alla civilizzazione del nostro Paese è di ben altro spessore... Ahhhh, ma qui in Italia purtroppo abbiamo solo l'informazione della televisione: ossia sei qualcuno, sei ricordato SOLO se vai in televisione... che tristezza...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Grazie a te! Sei troppo gentile. Ho semplicemente provato a spiegare come vedo io il problema.
Ciaoo

Silvia ha detto...

Schiavi o liberi: ti assicuro che l'hai spiegato ALLA PERFEZIONE il problema, con grande sensibilità e oculatezza!!! E ti ringrazio con tutto il cuore per questo! Ci vorrebbero molti altri uomini con tale consapevolezza...

;-))