CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

domenica 25 maggio 2008

domenica primo giugno? si manifesta!






La campagna xenofoba di questi giorni è sotto gli occhi di tutti. Scene di intolleranza, di violenza, di diffamazione verso un popolo come non si vedevano da decenni (e che probabilmente da decenni NON di sarebbero dovuti più vedere... ma è risaputo che il genere umano, con il passare degli anni, invece di evolversi... regredisce, piuttosto... sennò non si potrebbe spiegare questo clima...). Ebbene, all'ordine del giorno c'è la caccia allo straniero, la caccia al diverso, la caccia al "nemico" che minaccia la nostra brava "civiltà" di italiani...

Purtroppo la Campagna di violenza e intolleranza è facilmente fomentata dai "piani alti" e noi da bravi idioti ci facciamo ipnotizzare da certi invasati che ci esortano, di fatto, ad imbracciare le armi contro chi minaccia la nostra pace di Paese evoluto... Già, perchè noi siamo beoti manipolati abilmente dai media, dalla televisione, dalle idiozie sputate da quattro invasati (che hanno preso 3 milioni di voti, ragazzi...), beoti incapaci di riflettere, valutare, pensare con il nostro cervello, oh no! Meglio credere a quanto ci viene detto! Meglio rifugiarci nel nostro nido sicuro rivestito di bambagia... al riparo dai "cattivi" che minacciano il nostro Paradiso... Meglio non pensare che anche noi perfetti italiani compiamo errori. Meglio affidarci alla mente malata di loschi figuri che ci incitano all'odio, meglio affidarci a questi qui... senza far domande, senza riflettere, senza aprire gli occhi... Insomma: continuaiamo pure a credere che il mondo sia diviso in BUONI SOLO BUONI (noi) e in CATTIVI SOLO CATTIVI (gli altri) e la domenica andiamo pure in Chiesa... laddove per i restanti sei giorni abbiamo fomentato l'odio razziale e le crociate di liberazione contro il nemico invasore... Dio si vergogna di noi, Dio si vergogna della nostra sciocca idiozia, Dio si duole per chi fomenta l'odio, si duole moltissimo...

Ecco, la brava Campagna di sospetto instaurata in questi ultimi tempi sta dando i frutti sperati: raid contro i campi nomadi, scene tipo "rastrellamento", episodi di intolleranza, come nelle migliori tradizioni! Il tutto sotto gli occhi del governo che naturalmente avalla (e fomenta) tale clima d'odio. Vorrei segnalare, per l'appunto, la spedizione punitiva perpetrata da quattro esagitati xenofobi nelle ultime ore a Roma - nel quartiere del Pigneto -, in cui un negozio gestito da indiani è stato preso d'assalto. Chi indaga ha tenuto a precisare che il raid non era di matrice politica... beh certo! Devi catturare uno con la croce uncinata tatuata sulla schiena per poter indentificare uno sotto al profilo "xenofobo-nazista-intollerante"... sennò non è mica di matrice politica!!! Ahhh, vabbè... allora nessuno di questi intolleranti è nazista... provengono dalla Caritas, allora? No, perchè sono estremamente sollevata dal sapere che questi fattacci NON sono di matrice politica... ma vorrei sapere di che matrice sono! Perchè, consentitemelo, se questi pazzi idioti non sono nazisti e fanno queste cose... i nazisti quelli VERI che diamine fanno???

Comunque, tutto questo lungo antefatto mi è servito per parlare di un'iniziativa molto importante segnalatami dal mio amico incarcerato:

Domenica primo giugno a Roma si terrà un corteo di protesta civile contro gli atti di razzismo verso Rom e Sinti in Italia; tale iniziativa è promossa da intellettuali Rom e italiani e con la partecipazione della gente comune che ha volontà di dissociarsi in maniera forte e convinta rispetto al clima di intolleranza instaurato dagli "squadristi" che detengono il Potere.

Riporto parte del post presente sul blog dell'incarcerato:

FERMIAMO UN GENOCIDIO CULTURALE
Dopo l'ultimo delitto crudele della mistificazione e della calcolata disinformazione non si può più restare in silenzio, occorre agire, questo silenzio è assordante e colpevole. C'è un'oscura connivenza tra una parte del giornalismo italiano, una parte delle forze dell'ordine, una parte della politica italiana per giustificare un'incivile repressione. Il 1° Giugno le Associazioni Rom e Sinte in Italia e le associazioni di volontariato, gli artisti, gli intellettuali e le persone di buon senso organizzano a Roma un corteo di protesta civile. Aderite e fate aderire prima che sia troppo tardi!! Occorre ribadire alcuni concetti che vengono mistificati. Tutti credono che Rom siano solo stranieri. Non è vero!, infatti l'80% dei Rom e Sinti che vivono in Italia sono cittadini italiani. Tutti credono che i Rom sono nomadi. Non è vero!, Infatti la maggior parte di quelli presenti sul territorio italiano sono sedentari. Tutti credono che il campo nomadi è la soluzione ideale. Non è vero!, Infatti i rom arrivati in Italia nei loro paesi di origine avevano le case, il campo non è un tratto culturale della popolazione romanì, ma un'imposizione dovuta alla non conoscenza. Tutti credono che zingaro sia il nome di questo popolo. Non è vero!, infatti il termine corretto è Rom o Sinto. Occorre far rispettare le convenzioni internazionali nei confronti dei Rom, il 70% degli italiani sono razzisti nei confronti dei Rom, la carta dei diritti dell'uomo in Italia per i Rom non vale. Non abbiamo nulla se non il nostro coraggio!!

Vi segnalo il link dell'Associazione Them Romano con il comunicato dell'iniziativa, da leggere e da diffondere: http://www.associazionethemromano.it/newsletter.htm.


A questo punto, direttamente dal sito delle Pari opportunità, vi segnalo questo link che cerca di avvicinare, capire e promuovere una campagna contro il pregiudizio nei confronti dei Rom:


Grazie! ;-)

29 commenti:

bradipa ribelle ha detto...

sono felice del fatto che molti di noi abbiamo pubblicato sul loro blog di questa manifestazione...

AndreA ha detto...

...non bisogna fare di tutta l'erba un fascio....altrimenti fanno bene all'estero a "vedere" noi italiani SOLO come MAFIOSI!


Un abbraccio.... ;-)

Silvia ha detto...

Bradipa: le cause ispirate dal buonsenso non possono che essere avallate da tutti... da tutti quelli che hanno buonsenso...

Silvia ha detto...

Andrea: sì, hai ragione: ma se all'estero ci vedono tutti come mafiosi, beh, a quel punto c'indigniamo mortalmente... mentre il pregiudizio stereotipato che abbiamo noi verso gli altri... è più che giustificabile, bella storia! Ahhh, lo dico sempre che invece di evolverci stiamo regredendo...

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Ieri sera ho fatto una battaglia per questa storia. Se la prendono con i poveri e gli stranieri, perchè non pagano le tasse e hanno i servizi lo stesso. E i ricchi, che evadono le tasse facendo i MILIARDI e hanno i servizi lo stesso allora? Bisogna riuscire a scalfire questa mentalità del farsi la guerra tra poveri. Complimenti per aver pubblicato il post. Ciaooo

pansy ha detto...

Meglio rifugiarci nel nostro nido sicuro rivestito di bambagia... Già, credo che siamo un popolo di codardi. E' brutto da dirsi, ma i fatti lo dimostrano. Avere paura del diverso è grande segno di ignoranza oltre che di debolezza. Mi spiace che siamo ancora tanto STUPIDI, si perchè a sto punto si può parlare soltanto di stupidità, da commettere REATI di quel tipo. E' una vergogna, provo disdegno per quel che è stato fatto a PERSONE CHE PROVANO A INTEGRARSI E LAVORANO! E noi? Gente frustrata versiamo la nostra rabbia su chi è più "debole". Si è persa la ragione. Abbiamo perso i valori e il senso della Vita. Io per prima mi faccio ogni mattina l'esame di coscienza, ma forse a sto punto mi viene da dire: Che chi la coscenza non c'e l'ha nemmeno...io non potrei vivere sapendo di commettere questi atti osceni e vergognosi. Giusto ieri sera guardando Report in TV ho visto un reportage sul Congo e ogni volta che vedo o sento o leggo di quello che viene fatto a chi è più debole mi viene una rabbia dentro e semplicemente da dire: Non è giusto. Mi sono sentita male a vedere le persone vivere in quel modo. Come può essere possibile che l'uomo commetta tanta violenza al suo prossimo? Chi odia gli altri forse lo fa perchè in fondo odia se stesso. Un abbraccio forte e buon inizio settimana e grazie per tenere questo blog, mi fai riflettere e soprattutto mi rendi felice, sei una persona di valore.

l'incarcerato ha detto...

Grandissima Silvia! Hai integrato il post con informazioni molto utili per eliminare i luoghi comuni che stanno prevalendo.
e ora spero che più persone possibili possano partecipare!

ps hai visto che grande complimento ti ha fatto la ragazza qui sopra? Ti ringrazia perchè la rendi felice!

l'incarcerato ha detto...

e volevo dire anche un'altra cosa.
Pansy ha visto report e ha potuto vedere la dura realtà che vivono gli abitanti del Congo. Quanti italiani si commuovono vedendo quelle immagini e poi applaudono questa legge sulla sicurezza dove addirittura la clandestinità diventa reato.
Quanti poveri cristi fuggono da quelle realtà e vengono qui da noi. E noi puniamo la loro disperazione?
Vergogniamoci.

Silvia ha detto...

Schiavi o liberi: beh, ma è ovvio che i ricchi miliardari che evadono le tasse hanno comunque diritto ai servizi!! Poichè sono protetti e avallati da personaggi... che evadono le tasse, sono ricchi miliardari e accedono ai servizi!! E' chiaro che una società che poggia su tale "casta" (ormai questo termine ricorre di continuo...) se la vada a prendere con i morti di fame (meglio se clandestini) che evadono le tasse ma accedono ai servizi: è facile prendersela con la fascia più debole della società... talmente facile poichè tormentare migliaia di morti di fame preserva la lunga vita, la lunga ricchezza, la lunga evasione fiscale (e non solo fiscale...) di quei quattro porci che detengono il potere... Altro che scalfire tale mentalità: vanno cancellati e rifatti da capo a piedi questi qui...

Silvia ha detto...

Pansy: certo che siamo codardi e troviamo più conveniente rifugiarci in un sistema corrotto ma che ci dà sicurezza (??!!). Se avessimo il coraggio delle nostre azioni non saremmo una manica di idioti sottosviluppati!! Ahimè, l'Ignoranza è il vero Male della nostra epoca, un'Ignoranza che si fa baratro e ci precipita nella tenebra dell'idiozia da cui non possiamo venirne fuori: se fossimo un pochino più sensati sapremmo guardare oltre il nostro naso! Certo, è vero: siamo bravi a far di tutta l'erba un fascio sugli stranieri, penalizzando anche chi lavora onestamente e vuole integrarsi... e tanto facilmente ci dimentichiamo che i criminali sono ANCHE italiani e che non siamo tutti brava gente da queste parti, ahhh... ma com'è dura ammettere questo!

Già, com'è possibile che uomini possano fare tanto male ad altri uomini senza vergogna?? Credo sia natura stessa dell'uomo: dal momento che tali azioni vengono perpetrate DA SEMPRE contro il prossimo! Come concepire tali aberrazioni contro i più deboli? Per noi di buonsenso è atroce e inconcepibile... ma per altri è cosa normalissima da immaginare e attuare... Ti dico una cosa, durante il nazismo - spesso assale il dubbio su come sia stato possibile che un popolo abbia potuto CONCEPIRE e ATTUARE un progetto MOSTRUOSO come il TOTALE genocidio di un'etnia - quelli che erano preposti alla "soluzione finale" per poter pensare e trovare ACCETTABILE le mostruosità che compivano... attuavano la cosiddetta "deumanizzazione dell'altro", ovvero: soltanto rifiutando l'umanità della vittima, cioè NON considerandola più UGUALE a noi, quindi umana, si poteva attivare quel meccanismo - appunto di deumanizzazione - che portava a trovare ACCETTABILE la distruzione dell'altro... dal momento che non veniva più ritenuto essere SIMILE a noi... Da questo presupposto, dovresti capire la facilità del meccanismo mentale che porta individui "forti" a tentare di distruggere individui deboli... Pansy, buona parte della popolazione mondiale è INDEGNA di abitare il Creato!

***

Grazie a te di vero cuore per le bellissime parole che mi hai tributato!!! Sono commossa oltremodo!!! A mia volta sono felice di sapere che ciò di cui parlo ha una utilità, fa riflettere e rende felici coloro che leggono!!! Faccio del mio meglio e sono lieta che il mio sforzo sia compreso e apprezzato!!! Anche perchè... il blog non si chiama "Stuzzicamente" a caso... ma proprio per volontà di stuzzicare la mente e di farci riflettere un pochino...

Grazie, grazie, grazie!!!! ;-)

Silvia ha detto...

L'incarcerato: grazie, ho fatto solo il mio dovere a scrivere questo importante post; il clima - sempre più preoccupante - di intolleranza e violenza che si sta instaurando in Italia va attaccato e combattuto con urgenza.

Quanti italiani si commuovono per la drammatica situazione africana per poi fare applausi alle leggi intolleranti che via via stanno definendo al governo? Ohhh, sono gli stessi intolleranti e razzisti che la domenica vanno a battersi in petto in Chiesa e recitano il ruolo dei "bravi cristiani timorati di Dio e misericordiosi verso il prossimo... che naturalmente amano come loro stessi...", come si chiama?? Ahhh, sì: IPOCRISIA, ne siamo maestri, o no??!

***

"Quanti poveri cristi fuggono da quelle realtà e vengono qui da noi. E noi puniamo la loro disperazione?" dici bene! Non è per farmi pubblicità occulta (tanto è risaputo che sono un GENIO...!!!!!), ma nel mio libro parlo di questo: di come la gente falsa benpensante giudica male tanti disperati scampati a destini di violenza e povertà nei loro Paesi, traversie terribili che li portano a vivere sulla strada abbandonati da tutti... e lasciati all'indifferenza di una società carica di pregiudizi che non sa capirli e aiutarli... Proprio stamattina, parlandomi del mio libro mi hanno citato un passo che parla di questo argomento, dei pregiudizi verso i poveracci e le loro traversie, e dell'incapacità e mancanza di sensibilità dell'opinione pubblica. Già, in qualche modo, anche i protagonisti del mio romanzo sono clandestini che hanno avuto disavventure terribili e non vengono compresi dalla gente... E' lo specchio della nostra società, ahimè!

AndreA ha detto...

Si, credo sia una regressione "nascosta, ma continua!!

Un abbraccio....

l'incarcerato ha detto...

sILVIA, HANNO SPOSTATO LA DATA ALL'8 GIUGNO MPERCHè IL CORTEO NON è MSTATO AUTORIZZATO A CAUSA DELLE ALTRE MANIFESTAZIONI.


ps quindi già stanno parlando del tuo libro! Complimenti, veramente!

Blog Cattolici ha detto...

Blog CATTOLICI vi scrive 2 citazioni utili a riflettere a 360°

INVOCAZIONE A SAN MICHELE ARCANGELO

San Michele Arcangelo, difendici nella lotta:
sii il nostro aiuto contro la malvagità e le insidie del demonio.
Supplichevoli preghiamo che Dio lo domini e Tu Capo della Milizia Celeste, con il potere che Ti viene da Dio, incatena nell'inferno satana e gli altri spiriti maligni che si aggirano per il mondo per perdere le anime.
Amen.

(Leone XIII)



"Essere cattolico è amare la patria senza lasciarsi superare da nessuno in questo amore.
E, allo stesso tempo, è fare proprie le nobili aspirazioni d’ogni paese"

J. Escrivá, Cammino 525


Ci sembra un po' esagerata questa manifestazione!

Per poter convivere l'importante è che ci sia la tolleranza e il rispetto del prossimo, ma bisogna comunque mettere un limite alla troppa libertà che spesso in un paese come il nostro e grazie alle sinistre, degenera in anarchia pura senza ordine, disciplina diventando meta d'immigrazione spesso clandestina che peggiora e degrada (con droga e prostituzione) sempre di più la società nella quale viviamo e nella quale vorremmo far crescere i nostri figli.

Cordiali saluti in nomine Dei et Patriae et Familiae

Blog Cattolici
www.blogcattolici.blogspot.com


----------------------------

"Iúdica me, Deus, et discérne causam meam de gente non sancta: ab hómine
iniquo, et dolóso érue me"

Fammi giustizia, o Dio, e difendi la mia causa da gente malvagia: liberami
dall'uomo iniquo e fraudolento.

----------------------------

Silvia ha detto...

Andrea: beh, neanche tanto nascosta questa regressione, in fondo!! Mi pare piuttosto lampante!!!

Silvia ha detto...

L'incarcerato: spostato all'8?? Ok, capisco!

***

Grazie per i continui complimenti, troppo buono!!!! Certo che già parlano di me: sono un genio, non per niente...!!!!!!!!!!! ;-)

Silvia ha detto...

Blog cattolici: rispetto la tua posizione e la tua convinzione. Ma ciò che dici mi pare una semplificazione troppo forzata del problema in esame. Non mettiamo in mezzo le sinistre e roba simile... ché il punto focale è un altro (e poi ci sono delle leggi, delle convenzioni da rispettare... che invitano ad accogliere - per quanto possibile - i profughi, immigrati ecc. laddove un tempo lo siamo stati anche noi...). Sì, l'immigrazione porterà anche criminalità, droga, prostituzione... ma senza gli immigrati il nostro Paese non avrebbe questi problemi?? Dai, non scadiamo nella retorica, non siamo tanto bigotti da credere che l'Italia non sia un buon Paese dove far crescere le nostre creature SOLO a causa degli stranieri... mentiremmo solo a noi stessi! La tolleranza, amico mio, LATITA, NON ESISTE, E' UNA MENZOGNA!!! Perciò siamo una società che ha fallito! Abbiamo tutti il dovere morale di attivarci per evitare soprusi, aberrazioni e crimini... ma collocare tali infamie solo sotto un'unica voce... negando di fatto che a sbagliare siamo anche noialtri è dannoso, credimi! Dovremmo cercare di avere più misericordia e sale in zucca, magari così facendo le cose andrebbero meglio... In definitiva, lo spirito cristiano di cui tu ne sei il portavoce non esorta alla pietà, alla tolleranza, alla comprensione, al perdono?

Grazie per l'intervento, riflettere è uno dei valori cui credo di più!

il Russo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
il Russo ha detto...

Silvia, si chiama e definisce blog cattolici quindi tutto in linea se non capisce il perchè di una manifestazione di solidarietà per chi è più debole.
Quando mai la parola cattolico é stata sinonimo di cristiano?
Gesù Cristo, si narra, morì sulla croce per gli uomini.
La chiesa cattolica degli uomini si é sempre servita per potersi perpetrare, anche a danno della loro stessa esistenza, non esitando ad essere connivente con le peggio dittature che gli uomini li sterminavano come mosche (nazismo, fascismo, franchismo, dittature sudamericane, giusto con i regimi stalinisti che non la cacavano, sennò riusciva pure a mettersi d'accordo con loro).

Silvia ha detto...

Il russo: rimango quantomeno atterrita! Mi domando, ma il sentimento religioso non dovrebbe essere solidale con i più deboli? Mi pare che la Chiesa faccia tutto l'opposto... dimentica i deboli e si schiera al fianco dei forti... boh, mi sbaglierò! Ma la PIETAS dov'è finita? Non si basa su quello? Sono confusa e perplessa e non capisco e non capisco e non capisco con quale criterio, scala di valori sia valutata e accordata questa PIETAS...

Silvia ha detto...

"non esitando ad essere connivente con le peggio dittature...", già, sottoscrivo in pieno! Hai proprio ragione... questo dato dovrebbe essere motivo di riflessione per molti, moltissimi...

l'incarcerato ha detto...

dtcjrekgVi voglio far notare che il blog cattolico ha riportato una frase di Escrivá, il fondatore dell'opus dei.
Io sto dalla parte dei cattolici come alex zANOTELLI oppure quei preti che hanno appoggiato la teologia della liberazione.

Silvia ha detto...

Io sono terrorizzata dall'opus dei

Blog Cattolici ha detto...

Sono in accordo con te, la riflessione è molto importante, se poi è finalizzata a trovare delle soluzioni in linea ai principi fondamentali della società nella quale viviamo.

Pietà, tolleranza, comprensione, perdono sono valori anche della rligione cattolica oltre che personali, ma bisogna anche far caso al contesto!
Io sono un laico e per i miei principi, di certo non perdonerò mai un pedofilo o chi sfrutta i minori nei modi più impensabili...
Nonostatnte ho studiato politica per anni ho creato Blog CATTOLICI per sensibilizzare la società attraverso i principi della religione cattolica.

Comunque secondo me...
La persona umana è il soggetto primario della politica.
“L’uomo infatti, per sua intima natura è un essere sociale, e senza il rapporto con gli altri non può né vivere né esplicare le sue doti” Concilio Vaticano, Gaudium et spes.

La persona umana è, quindi, fatta per vivere nello Stato e per lo Stato.

Lo Stato ha uno scopo preciso da conseguire:
il bene comune.

Il bene comune non è solo “l’insieme dei beni o servizi d’utilità pubblica o di interesse nazionale (strade, ponti), né le buone finanze, né la sua potenza militare, né il tessuto di leggi giuste, di buone usanze…” ma anche “la coscienza civica, le virtù politiche, il senso del diritto, della libertà, di rettitudine morale, di giustizia, di amicizia…” J. Maritain, La persona è il bene comune.


Il mezzo principale per determinare il bene comune è la legge.
Lo stato deve imporre la legge con la forza (coercizione, sanzione) e con l’educazione.


La legge è un : “comando della ragione, ordinato al bene comune, promulgato da chi è incaricato di una collettività” S. Tommaso D’Aquino, Summa Theologiae e deve essere razionale (non arbitraria), universale (non utile agli interessi di qualche privato), giusta, utile, chiara (non ambigua).

A rendere legittimo un governo e buona la sua autorità non è tanto il consenso della gente, quanto la rispondenza al bene comune e alla necessità del popolo.

Lex est quaedam rationis ordinatio ad bonum commune, ab eo qui curam communitatis habet promulgata:
La legge è un ordinamento razionale promulgato in vista del bene comune da colui che ha la cura della comunità.

“Perciò i responsabili della comunità hanno l’obbligo morale di promuovere e promulgare tutte le norme che ritengono necessarie al bene comune, e i cittadini hanno l’obbligo morale di obbedirle” V. O: Benetollo, Morale e società...

Ma effettivamente chi ha cura della comunità?
Quale classe politica italiana pensa al popolo?

Un esempio... invece di pensare agli immigrati,
il tema attuale del lavoro:
Art. 4
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro e promuove le condizioni
che rendano effettivo questo diritto.

Ebbene il significato del termine lavoro, se non è chiaro, è: occupazione retribuita!

Poi quali sono le condizioni promosse dallo stato?
Gli stage... il lavoro interinale... o con le provvigioni...

Basta con lo sfruttamento... dei più deboli...

Ma i deboli siamo noi, non gli immigrati...
Scendete in campo a manifestare per i nostri problemi, di noi giovani, salri bassi e lavoro precario o inesistente....

Cordiali saluti in nomine Dei et Patriae et Familiae

Blog Cattolici
www.blogcattolici.blogspot.com

Silvia ha detto...

Blog Cattolici: i deboli NON siamo SOLO noi! Il mondo è zeppo di DEBOLI offesi, vessati, umiliati e dimenticati! I bambini soldato, i bambini che lavorano nelle fabbriche a 5 anni, le ragazzine costrette al sesso, le mamme africane che muoiono di Aids e infettano le loro creature, le donne stuprate/sopraffatte/mutilate, gli abitanti del Darfur, i tibetani, i birmani, chi vive nelle favelas brasiliane, o coloro che vivono negli slums di Munbai, i senzatetto delle città italiane, i bambini senza gambe per colpa delle mine antiuomo, le creature che vivono negli orfanotrofi dell'est e che vengono abusati, gli immigrati perseguitati in Sudafrica vittime di un nuovo Apartheid, i neri dei ghetti americani, le creature dilaniate dalle bombe intelligenti nei vari conflitti sparsi di qui e di là, gli anziani abbandonati, i disabili, le prostitute schiavizzate, le donne violentate e uccise dai mariti, i bambini violati dai loro stessi padri, i bambini rapiti e mai più ritrovati, la maggioranza della popolazione mondiale che vive sotto la soglia di povertà... senza acqua potabile, senza cibo, senza medicine... POTREI SEGUITARE PER SETTIMANE... SENZA MAI TROVARE IL TERMINE, NON TI ACCORGI DI QUANTO MALE CI ATTORNIA?? E volgiamoci pure al passato, se ciò non bastasse: guerre, stragi, discriminazioni, genocidi... La Storia, il mondo sono PIENI di DEBOLI CHE MAI HANNO AVUTO GIUSTIZIA!! NON SIAMO SOLO NOI I DEBOLI, C'E' SEMPRE IL PEGGIO... IL PEGGIO NON HA MAI FINE! ciò che dici può essere condivisibile, le tue citazioni dimostrano che sei attento e sensibile ai vari temi, ma continui a confondere il problema qui in esame, continui ad aggirare l'ostacolo! Il tema in esame è che per quanto ci siano molti immigrati che si macchiano di crimini gravi... non è giusto additare un popolo INTERO come criminale... perchè allora farebbero bene all'estero a vederci tutti, noi italiani, come mafiosi e roba simile... e siccome NOI sappiamo che non siamo tutti mafiosi... allo stesso modo credo sia doveroso sottolineare che neppure gli immigrati sono il SOLO problema della nostra società! Questo è un discorso da bigotti! Ripeto, il mondo NON è diviso in BUONI SOLO BUONI e CATTIVI SOLO CATTIVI...

***

Tutti noi sappiamo e non perdiamo occasione di rivendicare i nostri diritti che ci vengono tolti: lavoro precario, impossibilità di uscire da casa dei genitori e iniziare vita da soli, arrivare a fine mese con l'ausilio di uno stipendio dignitoso... tutti noi sappiamo di tali piaghe... e le morti bianche, le VIOLENZE SULLE DONNE E I BAMBINI... la malasanità... tutti sappiamo e ne chiediamo spiegazione... e lo facciamo con convinzione e forza. Ma in questo caso si sta parlando di un altro tema che merita attenzione e non una spicciola classificazione... I DEBOLI SON DEBOLI INDIPENDENTEMENTE DALLA NAZIONALITA', DAL COLORE DELLA PELLE, DAL SESSO (O ORIENTAMENTO SESSUALE), DALLA RELIGIONE, DAL MESTIERE ECC. PERCIO' CONSIDERARE CERTI COME "FASCIA DEBOLE" DA PRESERVARE... RISPETTO AD ALTRA "FASCIA MENO DEBOLE E QUINDI DA ANNIENTARE" E' QUASI CRIMINALE...

ANCHE PERCHE'... PARLANDO DI FASCE DEBOLI... POTREI STARE MESI A PARLARE DI DISCRIMINAZIONI CONTRO LE DONNE E DI TUTTA L'IPOCRISIA CHE ALITA ATTORNO A QUESTO PROBLEMA! E' STATA UCCISA UNA DONNA E TROVATA IN UN LAGO... AGNESE E' STATA UCCISA DAL MARITO... I QUOTIDIANI HANNO SPESO PER QUESTO ASSASSINIO UN BREVE TRAFILETTO... SE FOSSE STATO UNO STRANIERO A UCCIDERE... CHE PANDEMONIO, CHE DIBATTITO NE SAREBBE CONSEGUITO! NELLE DUE IPOTESI... L'UNICA COSA CHE CONTA è LA MORTE DI UNA DONNA INNOCENTE... NON ME NE IMPORTA NULLA DELLA NAZIONALITA' DELL'ASSASSINO... MI BASTA SAPERE CHE SI TRATTA DI UN UOMO CHE ANCORA UNA VOLTA ABUSA/VIOLA/OFFENDE... UCCIDE UNA DONNA... IL RESTO è CHIACCHIERA ARIDA E INUTILE. LO SAI CHE NELL'85% DEI CASI DI VIOLENZE/OMICIDI DI DONNE L'AUTORE E' IL MARITO/FIDANZATO/EX DELLA VITTIMA? E CHE SOLO IL 5/6% DELLE VIOLENZE SULLE DONNE VIENE DA UN ESTRANEO? RIFLETTIAMO TUTTI SU QUESTI DATI... E BANDIAMO L'IPOCRISIA CHE FAGOCITA LE NOSTRE TESTE, LA NOSTRA VITA... SIAMO TUTTI DEBOLI A QUESTO MONDO E GUARDANDO ALLE NOSTRE SPALLE... CI SARA' SEMPRE QUALCUNO PIU' DEBOLE DI NOI...

Blog Cattolici ha detto...

Cara Silvia, a prescindere la mia puntualizzazione (deboli a causa del lavoro), sono d'accordo in pieno con te.
Il mondo è pieno di tanti altri deboli che vanno aiutati e pure difesi e che spesso non hanno una vita "normale".

Concordo con te anche nel fatto che non è giusto additare un popolo INTERO come criminale... e quindi bisogna far caso al singolo.
Trovo inutile quasi sempre generalizzare su determinati problemi, ma uno stato più efficente e con maggiori controlli potrebbe in qualche modo tutelare anche quegli immigrati seri e lavoratori che pagano le tasse e che sono ben integrati e magari amano il nostro "bel paese"
Sulla violenza sulle donne, hai centrato il punto e poi effettivamente ci sono purtroppo tanti uomini vili che non sanno come sfogare il proprio ego...
Ma ci sarà anche per loro il Giudizio di Dio!

Cordiali saluti a tutti Semper in nomine Dei!

Esaudisci, di grazia, o Signore, la nostra preghiera e degnati di benedire colla destra della tua maestà questa spada di cui il tuo servo desidera esser cinto, affinché possa essere difesa a protezione delle chiese, delle vedove, degli orfani e di quanti servono a Dio, contro la crudeltà dei pagani, paura, terrore, sgomento contro ogni altro che macchini insidie.
Miles Christi


"Non nobis Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam."
Non a noi, o Signore, non a noi ma al tuo nome da' gloria.
Salmo 113

Silvia ha detto...

Blog cattolici: e quello che noi tutti auspichiamo è uno stato veramente efficiente che sappia punire chi compie errori e dare le chances che meritano a chi è onesto! Ma tutto questo deve avvenire con ordine e criterio, con oculatezza e responsabilità: non di certo dando fuoco ai campi nomadi e alla facile caccia alle streghe, instaurando un clima di sospetto e di intolleranza... E senza mai perdere di vista un punto fondamentale: nessuno di noi è estraneo a priori - per nazionalità - dal compiere crimini... anche se questi raid, queste spedizioni punitive indurrebbero a farci credere del contrario! Dico e ripeto che il mondo non è diviso in buoni e cattivi...

Io non conosco citazioni come le conosci tu... ce n'è solo una che conosco, ripeto sempre e credo essere forse uno dei più grandi insegnamenti della storia dell'Umanità:

CHI E' SENZA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA... laddove NESSUNO è senza peccato... ma TUTTI pretendono di poterlo fare, ritenendosi nel giusto...

Certo che ho centrato il punto focale sul discorso "violenza femminile": è la missione della mia vita far sì che l'ipocrisia, la vergogna, l'aberrazione che ci sono attorno a questa piaga siano annientate! E ti confermo che l'ipocrisia imperversa, regna sovrana... e ti dico che così non può continuare a lungo... non può... E non è un caso se la citazione di cui sopra... Cristo la rivolga ai persecutori di Maria Maddalena... considerata peccatrice redenta... laddove gli uomini DEVONO PENTIRSI E REDIMERSI...

Gunther K.Fuchs ha detto...

io ci sarò, sono daccordo

Silvia ha detto...

Bene! ;-)