CLICK HERE FOR BLOGGER TEMPLATES AND MYSPACE LAYOUTS »
"Non si nasce donne: lo si diventa con il tempo e la volontà"

(Simone de Beauvoir)

sabato 29 marzo 2008

earth hour, mondo a luci spente (per 1 ora)



Earth Hour: il mondo spegnerà le luci per un'ora. Lanciato dal WWF, L'Earth Hour è una manifestazione che ha lo scopo di chiedere di affrontare seriamente l'emergenza energetica e climatica; avviata l'anno scorso a Sydney con il coinvolgimento dei suoi 2,2 milioni di abitanti, quest'anno vedrà la partecipazione di decine di milioni di persone in tutto il mondo. L'intento è coinvolgere quante più persone possibili, ai capi opposti del mondo nello stesso giorno (per un'ora), tutte unite in un simbolico ma eloquente messaggio: tagliare le emissioni inquinanti e agire per fermare i cambiamenti climatici.
Così, dalla base australiana dell'Antartide al Golden Gate, dalle Cascate del Niagara all'Opera House di Sydney, oggi oltre 30 milioni di cittadini potranno dare il loro contributo scegliendo un "gesto salva-clima"; l'evento mondiale vedrà più di 380 città spegnere - appunto per un'ora, dalle 20 alle 21 locali - i propri monumenti più simbolici e conosciuti... ma anche uffici, scuole ed edifici privati. Un messaggio planetario da lanciare a tutti i governi sulla necessità di tagliare le emissioni di gas serra.
L'Italia parteciperà a questo importantissimo appuntamento con Roma - il Colosseo verrà spento dalle 20 alle 21, appunto - e con Venezia (città che è, ahimè, il simbolo stesso delle città minacciate dai cambiamenti climatici) che spegnerà la sede del Municipio, Cà Farsetti sul Canal Grande e la torre di Mestre. Michele Condotti, Direttore generale del WWF Italia, ha dichiarato che: "Earth Hour domostra che il contributo di ciascuno di noi può essere fondamentale per raggiungere l'obiettivo della campagna, ovvero il taglio del 30% delle emissioni al 2020 il cui risultato concorrerebbe alla salvaguardia del 20-30% delle specie animali e vegetali più a rischio e la riduzione degli impatti sull'uomo".
Solo per citarne alcune (il numero è veramente vertiginoso!), tra le città che aderiscono spegnendo le loro luci per un'ora: Christchurch (Nuova Zelanda); Suva e Lautoka (Isole Fiji); Seoul (Corea del sud); Perth (Australia); Manila (Filippine); Kuala Lumpur (Malesia); Bangkok (Thailandia); Jakarta (Indonesia); Bangalore e Mumbai (India); Dubai (Emirati Arabi); Kuwait; Damasco (Siria); As-Salt (Giordania); Kfar-Saba (Israele); Sofia (Bulgaria); Espoo (Finlandia); Budapest (Ungheria); Ginevra (Svizzera); Varsavia (Polonia); decine di città inglesi, tra cui: Brighton Pier (Sussex) e la residenza ufficiale del principe Carlo nel Gloucestershire (Highgrove House), e altri edifici a Londra, Birmingham, Brighton; Curitibia (Brasile); Montevideo (Uruguay); Buenos Aires (Argentina); Santa Cruz, Caracas (Venezuela); negli Usa: a Chicago sarà spento lo stadio Soldier Field (sede dei Chicago Bears) e Sears Tower, il Golden Gate e Alcatraz, Miami, Minneapolis, Mexico City, Denver, Phoenix, e le Cascate del Niagara in Canada; ancora in Canada con oltre 100 città coinvolte, tra cui: Ottawa, Vancouver, Toronto, Montreal.
Le minacce dei gravissimi danni che i cambiamenti climatici fanno alla Terra sono più che mai allarmanti e poco, pochissimo è stato fatto per cercare di limitare il deterioramento climatico/ambientale, che pare l'unico scenario futuro che si prospetta nel destino del nostro pianeta (ammesso che ci sia un futuro... tra effetto serra selvaggio, ghiacciai artici che si sciolgono ecc...); le nazioni, i governi fanno orecchie da mercante, gli ignari... ma la situazione è veramente compromessa e proseguire su questa strada favorirà solamente la fine, la fine di tutto. E questo non è possibile! Non dobbiamo permettere che ciò si verifichi... e abbiamo il dovere d'intervenire per salvare il pianeta (perchè questo prezioso pianeta, tra le altre cose, ci ha accolti tutti...) e non abbiamo il diritto di distruggerlo.
Quindi che questo Earth Hour sia un campanello d'allarme, che sia una campana, che possa tirare le orecchie a quanti fanno finta di non capire, di non sentire, di non vedere. E che si cominci ad agire per salvare il pianeta... che poi significa salvare noi stessi...
E' ora di agire.
E di seguire i dettami del Protocollo di Kyoto, una volta per tutte... Soprattutto mi riferisco a chi continua con tutte le proprie forze ad opporsi a quanto stabilito da Kyoto, chi continua a fare "l'indisciplinato" si metta pure la mano sul cuore: è giunto il momento!
Un'ora al buio: questo buio forse ci salverà...

0 commenti: